La fermata dell'autobus teatro dell'investimento (Ansa)
La fermata dell'autobus teatro dell'investimento (Ansa)

Roma, 9 novembre 2019 - Erano in attesa a una fermata dell'autobus in zona Portuense, quando sono state travolte da un'auto. Cinque i feriti - tutte donne - tra cui una mamma ricoverata in codice rosso al San Camillo e le sue due figlie di 9 e 7 anni, portate in codice giallo al Bambino Gesù. La 46enne è stata sottoposta a un intervento chirurgico e ora è ricoverata in prognosi riservata. Le piccole sono state medicate al pronto soccorso: non hanno gravi ferite ma sono entrambe scioccate.

Agenti di Polizia di Roma Capitale interrogano testimoni ed effettuano i rilievi (Ansa)

Dalle primissime segnalazioni, sembra che una signora di 79 anni, alla guida della sua Toyota Corolla, abbia perso il controllo: la macchina è finita contro un cassonetto, che a sua volta ha poi travolto le persone in attesa alla fermata. E' successo poco dopo le 12 in via Oderisi da Gubbio, all'altezza del civico 113. Tra i feriti ci sono altre due donne, trasportate rispettivamente in codice giallo al San Giovanni e in codice verde al Fatebenefratelli. Sul posto le pattuglie del gruppo Marconi della Polizia locale.

Il luogo dell'incidente

La 79enne al volante è rimasta illesa. L'anziana è stata sottoposta, come di prassi in questi casi, agli accertamenti per stabilire l'eventuale assunzione di alcol o droghe. Ancora da chiarire le cause dell'incidente. Da una prima ricostruzione, sembra che l'anziana abbia perso il controllo dell'auto in via Oderisi da Gubbio, sia finita contro un albero e salita sul marciapiede dove si trovavano le persone ferite. La macchina è stata posta sotto sequestro. Rimane da stabilire il motivo per cui abbia perso il controllo del veicolo. In particolare se le cause siano riconducibili a un eventuale malore, a una distrazione o a una manovra sbagliata, che forse ha compiuto sull'asfalto bagnato per la pioggia. Sono in corso accertamenti della polizia locale per stabilire l'esatta dinamica dell'investimento. Da una primissima ricostruzione, sembra che la macchina non procedesse a forte velocità. L'anziana, sotto shock dopo l'incidente, sarà indagata per lesioni.