1 Mare mosso

Da tempo non c’è pace nel Movimento 5 Stelle. Prima dello scontro fra Grillo

e Conte, le polemiche interne dilagano sul governo Draghi. Alcuni grillini ’duri e puri’

(in primis Davide Casaleggio

e Alessandro Di Battista) mollano tutto e se ne vanno

2 Lo scontro fra i big

L’ex premier Conte studia

da leader del ’nuovo M5s’.

Si incontra ai primi di giugno

con il garante Grillo (foto),

ma subito emergono profonde divergenze: dal problema dei mandati parlamentari alla riscrittura dello Statuto. Conte vorrebbe un partito ’classico’

3 Lo sfogo e la rabbia

Le sfuriate dell’ex comico irritano profondamente il professore. Due le ipotesi: che si ritiri (la meno probabile) o che faccia una lista, data da Noto Sondaggi al 18%. Sempre lo stesso istituto, dice che

il 53% degli elettori M5s sta

con lui contro il 40% di Grillo