3 mag 2022

Il killer evade dal carcere E fugge con la poliziotta

Lui è un condannato a morte. Lei: "Lo porto in tribunale per una perizia". I primi dubbi sulla scomparsa, poi il mandato di cattura anche per la complice

loredana del ninno
Cronaca

di Loredana Del Ninno

Avevano lasciato insieme il carcere della contea di Lauderdale, nel Nord-Ovest dell’Alabama, per raggiungere il tribunale. Ma l’auto su cui viaggiavano è stata trovata vuota in un centro commerciale di Florence, a circa due miglia di distanza. Lui è Casey White, 38 anni, assassino condannato alla pena capitale. Lei si chiama Vicky White, ha 57 anni, ed è la bionda guardia del penitenziario che formalmente avrebbe dovuto scortarlo in aula. Dove i due – stesso cognome, ma nessun legame di parentela – non sono mai arrivati.

Si pensa ora a una fuga volontaria, forse d’amore. La donna avrebbe aiutato il killer a evadere. La polizia, dopo aver scandagliato le immagini delle telecamere di sicurezza, ha accantonato i timori iniziali per l’incolumità dell’agente ed emesso un mandato di cattura anche nei suoi confronti, tra lo stupore di tutti. Vicky, prossima alla pensione, era infatti molto stimata dai superiori. "Ha una solida esperienza alle spalle. Conoscendola, ritengo sia in pericolo. Lui è un brutale omicida e non ha niente da perdere", aveva dichiarato lo sceriffo della Contea, Rick Singleton, subito dopo la scomparsa della ’strana coppia’. La ricostruzione dei fatti ha però messo in luce numerose incongruenze che hanno portato all’incriminazione della poliziotta. L’agente aveva comunicato ai colleghi che il detenuto doveva essere sottoposto a una nuova valutazione sul suo stato mentale. Successivamente è emerso invece che Casey White non era atteso da nessun esame in tribunale e, soprattutto, non avrebbe mai potuto lasciare il centro di detenzione scortato da una sola guardia.

Giudicato colpevole di nove reati, tra cui il tentativo di uccidere l’ex fidanzata, Casey White era stato condannato a 75 anni. Nel 2020 confessò mentre si trovava già in cella l’efferato assassinio di Connie Ridgeway, massacrata nel 2015 a 58 anni, durante un tentativo di furto. White raccontò che il furto era stato solo una messa in scena e che in realtà qualcuno lo aveva pagato per eliminare Connie. Per il delitto l’uomo – che non ha mai voluto rivelare il nome del mandante – è stato condannato a morte, nonostante fosse stato giudicato dai periti non sano di mente. Motivo per cui la versione fornita da Vicky era stata considerata plausibile dai colleghi. Le foto segnaletiche di Casey e della donna sono state diffuse in tutto il Paese. La polizia ha stabilito una ricompensa fino a 10mila dollari per qualsiasi informazione utile sui fuggitivi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?