di Elena G. Polidori Dal 6 agosto cambierà la vita di tutti perché tutti dipenderemo, nella nostra possibilità di muoverci, dal Green pass. Ma non tutti ancora hanno chiaro come ottenere e usare questa preziosa carta verde. Ecco alcuni chiarimenti che possono risultare utili a risolvere i problemi di reperimento e utilizzazione del pass. COME SI OTTIENE IL GREEN PASS? Dopo 48 ore dalla prima dose del vaccino, il ministero della Salute invia a chi si è vaccinato una mail (o un sms) all’indirizzo di posta elettronica indicato al momento della vaccinazione. Il pass è disponibile anche sull’app IO: l’intestatario riceverà la notifica direttamente sull’app e potrà visualizzarla direttamente, senza fare alcuna richiesta né inserire codici o altri dati. Basterà aver effettuato l’accesso all’App IO con l’identità digitale Spid o Cie. SE FACCIO IL TAMPONE, MI ARRIVA IL...

di Elena G. Polidori

Dal 6 agosto cambierà la vita di tutti perché tutti dipenderemo, nella nostra possibilità di muoverci, dal Green pass. Ma non tutti ancora hanno chiaro come ottenere e usare questa preziosa carta verde. Ecco alcuni chiarimenti che possono risultare utili a risolvere i problemi di reperimento e utilizzazione del pass.

COME SI OTTIENE

IL GREEN PASS?

Dopo 48 ore dalla prima dose del vaccino, il ministero della Salute invia a chi si è vaccinato una mail (o un sms) all’indirizzo di posta elettronica indicato al momento della vaccinazione. Il pass è disponibile anche sull’app IO: l’intestatario riceverà la notifica direttamente sull’app e potrà visualizzarla direttamente, senza fare alcuna richiesta né inserire codici o altri dati. Basterà aver effettuato l’accesso all’App IO con l’identità digitale Spid o Cie.

SE FACCIO IL TAMPONE,

MI ARRIVA IL QR CODE?

No, viene inviato l’esito del test per il Coronavirus. Così è possibile scaricarlo e mostrarlo nei locali e negli eventi in cui è necessario avere il Green pass per entrare. Se si effettua il tampone rapido in farmacia, viene rilasciato un foglio.

SE NON HO LA SPID

E SONO IN DIFFICOLTÀ,

CHI MI AIUTA?

Se serve assistenza tecnica è possibile contattare il numero verde 800.91.24.91 tutti i giorni dalle 8 alle 20 o scrivere all’indirizzo: cittadini@dgc.gov.it. Se si è utente di App IO è possibile chiedere assistenza direttamente tramite l’app. Per informazioni su aspetti sanitari è possibile chiamare il numero 1500 attivo tutti i giorni 24 ore su 24.

SE SMARRISCO IL PASS,

QUALCUNO LO PUÒ RECUPERARE?

Sì. Il medico di medicina generale, il pediatra e il farmacista, accedendo con le proprie credenziali al Sistema tessera sanitaria. Serviranno il codice fiscale e i dati della tessera sanitaria della persona titolare del pass. La carta sarà poi consegnata in formato cartaceo o digitale. A breve sarà scaricabile anche sul fascicolo sanitario elettronico.

IL GREEN PASS SARÀ VALIDO CON UNA O DUE DOSI?

Il Green pass sarà valido per chi ha avuto almeno una dose di vaccino per accedere a ristoranti, teatri, cinema, piscine e alle altre attività ed eventi.

QUALI SONO GLI ALTRI CASI IN CUI VIENE RILASCIATO

IL GREEN PASS?

La certificazione verde è rilasciata non solo alla persona che è stata vaccinata contro il Covid, ma anche a chi ha ottenuto un risultato negativo al test molecolareantigenico o è guarita dal Covid. La durata della certificazione verde in caso di guarigione è di sei mesi a partire dall’avvenuta guarigione dal Covid. In caso di tampone negativo, il certificato ha una validità di 48 ore dall’esecuzione del test. Il Green pass dura nove mesi dopo aver completato, con la seconda dose, il ciclo vaccinale.

CHI CONTROLLA IL PASS? SONO PREVISTE MULTE?

Sono i titolari o i gestori dei servizi e delle attività per i quali è introdotto l’obbligo del Green pass a verificare il possesso di idonea certificazione. In caso di violazione può essere elevata una sanzione pecuniaria da 400 a mille euro sia a carico dell’esercente sia dell’utente. Qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

CHI È ESENTATO

DAL GREEN PASS,

A PARTE GLI UNDER 12?

Il decreto legge approvato estende l’estensione "ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del ministero della Salute".

IN QUALI LUOGHI PUBBLICI NON È NECESSARIO

IL GREEN PASS?

Non bisogna esibire nessun documento in negozi, farmacie, supermercati ma anche nei bar e ristoranti all’aperto, dove si potrà pranzare o cenare liberamente, rispettando comunque il metro di distanziamento a tavola. Niente pass neppure nelle piscine all’aperto.

IL GREEN PASS È CHIESTO

ANCHE AI BAMBINI?

Non è richiesto sotto i 12 anni di età. Gli under 12 possono entrare ovunque senza pass, anche perché per loro non è disponibile ancora il vaccino. Via libera ovunque anche senza tampone. Nel testo del decreto è esplicitato che le disposizioni sul Green pass "non si applicano ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale".

CHI HA IL GREEN PASS DEVE FARE LA QUARANTENA?

La quarantena di 14 giorni, in caso di contatto diretto con una persona affetta da Covid, potrebbe essere ridotta per chi è in possesso di green pass, ma per ora si tratta di un’ipotesi e non è stato ancora deciso di quanto verrà ridotta.