di Elena G. Polidori Il summit definitivo dovrebbe esserci oggi, ma intanto qualche nodo importante sul fronte candidature per le amministrative dentro il centrodestra, comincia a sciogliersi. L’accordo sulla candidatura di Luca Bernardo, pediatra del Fatebenefratelli, a sindaco di Milano è ormai a un passo. Ieri sera anche...

di Elena G. Polidori

Il summit definitivo dovrebbe esserci oggi, ma intanto qualche nodo importante sul fronte candidature per le amministrative dentro il centrodestra, comincia a sciogliersi. L’accordo sulla candidatura di Luca Bernardo, pediatra del Fatebenefratelli, a sindaco di Milano è ormai a un passo. Ieri sera anche Silvio Berlusconi ne ha confermato il via libera sentendolo a telefono. "Mi ha fatto una ottima impressione – ha detto Giorgia Meloni, ieri nel capoluogo lombardo per la presentazione del suo libro – è un profilo di grande umanità e, da madre, non posso che avere una passione per un pediatra. Serve però un confronto con la coalizione che ci sarà nelle prossime ore". Meloni ha incontrato Bernardo nello studio di Ignazio La Russa, ma il colpo di scena è arrivato proprio durante la presentazione del libro con l’annuncio che il direttore editoriale di Libero Vittorio Feltri (foto) si iscriverà a FdI e che sarà capolista del partito a Palazzo Marino. Ma le sorprese di FdI non finiscono qui. "Della nostra squadra faranno parte anche una giovane donna o Francesco Alberoni come assessore alla Cultura", annuncia La Russa.

Oggi, insomma, dovrebbe essere il giorno giusto per le chiusure delle città che restano ancora scoperte, ma ci sono ancora dubbi su "Napoli – ha spiegato ancora La Russa – che io però considero risolti", mentre la chiusura del cerchio meneghino depone a favore di una soluzione anche per Bologna, dove sono al rialzo le quotazioni di Andrea Cangini. Con la candidatura di Roma a FdI (Enrico Michetti) e quella di Milano verso la Lega, i forzisti avranno manforte a "imporre" Cangini sotto le Torri; il verdetto è atteso a ore.