Venerdì 14 Giugno 2024

Georgia, assalto al Parlamento contro legge ’putiniana’

Migration

Cresce la tensione anche in Georgia. La legge "putiniana" scatena le proteste. Il provvedimento mira a introdurre nuove norme per il controllo dei cosiddetti "agenti stranieri", principalmente pensata per i media. Sostenute dal partito di governo Sogno Georgiano, le norme ricalcano quelle già in vigore in Russia e sono viste dalle opposizioni come un tentativo di mettere il bavaglio all’informazione. Ieri sera i manifestanti hanno assaltato il Parlamento di Tbilisi sfondando le barriere di ferro all’ingresso e tentando di entrare nel cortile del palazzo. "Le forze speciali di stanza nel cortile interno del parlamento hanno usato cannoni ad acqua per disperdere i manifestanti", riporta la tv Rustavi 2. La presidente della Georgia, Salome Zurabishvili, da New York, dove è attualmente in visita, sostiene le proteste e promette di mettere il veto al provvedimento: "La Georgia vede il suo futuro in Europa, non ha bisogno del disegno di legge sugli agenti stranieri".