Ylenja Lucaselli (Fd’I) definisce un "pastrocchio" un governo con ’dentro tutti’ e ribadisce: o voto o governo di centrodestra. Come andrà a finire la crisi? "La situazione è paradossale: l’Italia avrebbe bisogno di un governo forte, coeso e credibile ma Conte è alla ricerca di un governo che metta insieme tutti senza una visione...

Ylenja Lucaselli (Fd’I) definisce un "pastrocchio" un governo con ’dentro tutti’ e ribadisce: o voto o governo di centrodestra.

Come andrà a finire la crisi?

"La situazione è paradossale: l’Italia avrebbe bisogno di un governo forte, coeso e credibile ma Conte è alla ricerca di un governo che metta insieme tutti senza una visione comune su tante cose. Si immagini un Cdm con Conte, Di Maio e Mastella: non c’è credibilità e anche l’Europa ha già manifestato insofferenza. Un pastrocchio con dentro qualunque cosa: le leggi non si farebbero più nell’interesse degli italiani ma per rispettare un compromesso".

C’è chi vede all’orizzonte un Conte ter, forse anche con appoggi da FI…

"Ho difficoltà a immaginare un Conte ter che ricomprenda Italia Viva e non riesco a credere che una parte di FI, il partito più garantista in assoluto, possa appoggiarlo. Sarebbe una follia. Inoltre, anche se trovassero i numeri, dovrebbero liberare, oltre a quelle lasciate da Iv, una serie di posizioni tra sottosegretari e ministri per accontentare tutti".

Governo di unità nazionale?

"Trovo veramente improbabile e impossibile che si arrivi a un governo di larghe intese".

Quindi per Fd’I o voto o governo di centrodestra?

"Nel 2018 il centrodestra aveva vinto e quando i leader andarono da Mattarella chiesero tempo per verificare la possibilità che la maggioranza potesse essere leggermente ampliata. Questa possibilità fu tolta. Non c’è motivo per il quale oggi questa verifica debba farla Conte, che non ha numeri e con partiti che non hanno vinto le elezioni. Ci aspettiamo coerenza dal Quirinale. Il voto è l’unica possibilità perché questo Paese possa avere un governo coeso".

Veronica Passeri