C’è una sorta di ’ospedale’ italiano dove al posto dei dottori operano i paleontologi. Professionisti che, attraverso interventi chirurgici, rimettono insieme ossa e pezzi vari di dinosauri, ricostruendo scheletri a dimensione naturale. La ditta Zoic opera a Trieste ed è a questo istituto che, in occasione del National Fossil Day celebrato nei giorni scorsi, gli Usa hanno affidato il destino di Big John,entrato così ufficialmente nel Guinness World Records. Si tratta, infatti, del più grande scheletro di triceratopo ad oggi conosciuto. Questo dinosauro di oltre 66 milioni di anni, è stato recuperato pezzo per pezzo in un ranch del Sud Dakota per arrivare all’inizio del 2021 a Trieste. Ora Big John è esposto a Parigi e sarà battuto all’asta il 21 ottobre a Naturalia. La stima è tra 1,2 e 1,5 milioni di euro. Lo scheletro è lungo 7,15 metri dal muso alla punta della coda, con i fianchi che si alzano di 2,7 metri da terra. Il cranio è largo 2 metri e lungo 2,62. Uno studio dell’Università di Bologna attesta le dimensioni eccezionali del cranio, dal 5 al 10% più grande degli oltre 40 crani di triceratopo descritti finora dagli scienziati.