Mercoledì 24 Luglio 2024

Covid Italia, oggi 8.259 casi e 31 morti. Il bollettino del 19 settembre

Salgono i ricoveri (+73), in lieve calo le intensive (-6). Positività stabile al 12,3%

Il bollettino del 19 settembre

Il bollettino del 19 settembre

Roma, 19 settembre 2022 - Bollettino Covid, sono 8.259 i nuovi casi in Italia nelle ultime 24 ore, contro i 12.082 di ieri (qui tutti i dati del 18 settembre), ma soprattutto i 6.415 di lunedì scorso: primi segnali di una leggera risalita della curva, da verificare nei prossimi giorni. I numeri sono influenzati, come sempre, dai pochi tamponi effettuati la domenica: sono 67.416 (ieri 97.091) con un tasso di positività che dal 12,4% scende leggermente al 12,3%. I decessi di oggi sono 31 (ieri 32), per un totale da inizio pandemia di 176.609. Le terapie intensive scendono di 6 unità (ieri +7) ed ora sono 151 con 6 ingressi del giorno; tornano invece ad aumentare i ricoveri ordinari, 73 in più (ieri -54), per un totale di 3.493. Dai dati del ministero della Salute emerge inoltre, che i dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 9.058 (ieri 10.946) per un totale che sale a 21.565.442. Gli attualmente positivi sono 832 in meno (ieri +1.103) e diventano 427.222 di cui 423.578 in isolamento domiciliare.

Il bollettino del 20 settembre

Sono positivo al Covid, posso votare alle elezioni del 25 settembre? Ecco come e dove

Intanto secondo i dati dell'Istituto superiore di sanità (Iss), fra i non vaccinati i ricoveri nei reparti ordinari e in terapia intensiva sono quattro volte maggiori rispetto ai vaccinati con booster. In particolare, il tasso di ospedalizzazione standardizzato per età relativo alla popolazione con più di 12 anni, nel periodo 29 luglio-28 agosto, per i non vaccinati, è pari a 78,3 ricoveri per 100.000 abitanti, e risulta quasi il doppio rispetto ai vaccinati con ciclo completo da meno di 120 giorni e e quasi quattro volte più alto rispetto ai vaccinati con dose aggiuntiva (20 ricoveri per 100.000 abitanti). Il tasso di ricoveri in terapia intensiva, nello stesso periodo, per i non vaccinati, è pari a 3,1 ricoveri per 100.000 abitanti, quasi quattro volte più alto rispetto ai vaccinati con booster (0,8 ricoveri per 100.000. Il tasso di mortalità nel periodo 22 luglio-21 agosto per i non vaccinati è pari a 23,5 decessi per 100.000 abitanti, quasi sette volte più alto rispetto ai vaccinati con dose aggiuntiva (3,5 decessi per 100.000). L'efficacia del vaccino nel periodo di prevalenza Omicron (a partire dal 3 gennaio 2022) nel prevenire casi di malattia severa - rileva l'Iss - è pari all'83% nei vaccinati con booster. 

Vaccini bivalenti Covid, cosa sono e per chi sono raccomandati

I dati delle regioni

La regione con il maggior numero di casi giornalieri è la Lombardia (+2.243), seguita da Lazio (+815) ed Emilia-Romagna (+731).