"Sembrava che in quella cabina fosse scoppiata una bomba". Ha ancora negli occhi la scena agghiacciante Matteo Gasparini, delegato del Servizio alpino e speleologico della provincia di Verbania, fra i primi soccorritori. "All’inizio le notizie parlavano di una cabina precipitata con sei-sette passeggeri, poi di cinque morti e di due bambini sopravvissuti. Invece, quando siamo arrivati su, abbiamo trovato i corpi di quelli che erano stati sbalzati fuori dalla cabina, mentre gli altri erano imprigionati fra i rottami. Sono stato a Rigopiano, ma lì è stato diverso".