Covid Italia: i dati del 29 luglio 2021
Covid Italia: i dati del 29 luglio 2021

Roma, 29 luglio 2021 - Salgono ancora i contagi Covid nel bollettino di oggi, diffuso dal ministero della Salute: superati i 6mila nuovi positivi, mentre anche la pressione sugli ospedali aumenta, con nuovi ingressi nelle terapie intensive e nei ricoveri. Per la Fondazione Gimbe "di fatto siamo entrati nella quarta ondata", cosa peraltro dichiarata ieri dalla Germania relativamente alla sua situazione epidemiologica. E mentre si discute ancora di Green Pass, continuano anche le manifestazioni di no vax come successo a Pesaro, dove i dimostranti hanno assediato la casa del sindaco, mentre a Verona 14 persone sono state denunciate per le proteste in piazza di sabato scorso.

Coronavirus, il bollettino con i dati del 30 luglio

Clementi (San Raffaele): "L'immunità di gregge è vicina"

Nuova mappa Ecdc: due regioni italiane tornano in rosso

Il focus però resta il ritorno a scuola in presenza a settembre. Degli oltre 4,5 milioni di ragazzi tra 12 e 19 anni, poco più di 670 mila (14,7%) hanno completato il ciclo vaccinale e quasi 765 mila (16,8%) hanno ricevuto solo la prima dose, sottolinea il monitoriaggio indipendente della Fondazione Gimbe. Pertanto, in questa fascia di età il 68,5%, ovvero 3.121.710 risulta ancora totalmente scoperto, peraltro con differenze regionali molto rilevanti, che vanno dall'85,9% dell'Umbria al 61,4% dell'Abruzzo. 

Covid nel mondo: record di contagi a Tokyo, Sydney e Bangkok 

Il virus minaccia Hollywood. Troppi contagi: stop alle produzioni

Sommario

Il bollettino di mercoledì 28 luglio

Il bollettino Covid di oggi

Ancora un nuovo balzo dei contagi Covid in Italia. I nuovi casi sono 6.171, in crescita rispetto ai 5.696 registrati ieri questo nonostante un numero inferiore di tamponi processati, 224.790, che fa salire il tasso di positività al 2,74%. Tornano ad aumentare i decessi, 19 (+4 rispetto a ieri). Sale anche la pressione sugli ospedali: sono 194 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 11 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono stati 20. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.730, 45 in più rispetto a ieriI casi in Italia dall'inizio dell'epidemia sono 4.336.906, i morti 128.029. I dimessi ed i guariti sono invece 4.130.393, con un incremento di 1.825 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 78.484, in aumento di 4.323 unità nelle ultime 24 ore.

Quarantena: quanto dura e come funziona per vaccinati e non

Vaccino Covid senza puntura: ecco come funziona

Le regioni / Lazio

"Oggi su oltre 11mila tamponi nel Lazio (-1436) e oltre 16mila antigenici per un totale di oltre 28mila test, si registrano 780 nuovi casi positivi (+8), 1 decesso (-1), i ricoverati sono 273 (+11), le terapie intensive sono 39 (+3) i guariti sono 96. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 6,7% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2,7%. I casi a Roma città sono a quota 476. RT in aumento: valore 2. Incidenza in aumento a 69,96 per 100mila abitanti". Lo ha dichiarato l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato.

Toscana

In Toscana sono 748 i nuovi casi Covid (731 confermati con tampone molecolare e 17 da test rapido antigenico), che portano il numero totale a 250.612 dall'inizio dell'emergenza sanitaria da Coronavirus. In Regione i guariti crescono dello 0,04% e raggiungono quota 237.924 (94,9% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 8.656 tamponi molecolari e 4.862 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5,5% è risultato positivo. Sono invece 6.866 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 10,9% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 5.777, +12,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 125 (4 in più rispetto a ieri), di cui 13 in terapia intensiva (3 in meno). Oggi si registra 1 nuovo decesso: un uomo di 57 anni. 

Veneto

Sono 737 i nuovi positivi al Covid trovati in Veneto nelle ultime 24 ore, secondo il report quotidiano della Regione. Continua a crescere il numero degli attualmente positivi, oggi 11.165, così come quello dei ricoveri in ospedale (cinque in più nelle aree non critiche rispetto a ieri). Si segnala un decesso.

Sicilia

Ancora dati in crescita per quanto riguarda il contagio Covid in Sicilia. Secondo i dati del ministero della Salute, i nuovi positivi sono 719 (+92), nonostante un numero inferiore di tamponi processati, 14.046. con un tasso di positività che schizza al 5,11%. Scendono i decessi, 3 (-3). I guariti sono 184, gli attualmente positivi invece si incrementano di 532 unità arrivando a toccare il numero di 9.475. Leggera crescita, sul fronte ospedaliero, dei ricoveri nei reparti ordinari (+4) con un numero totale pari a 267; lieve aumento pure per le terapie intensive a 29 (+3) ma con 3 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare ci sono 9.179 persone

Lombardia

Nelle ultime ventiquattro ore in Lombardia si registrano tre decessi per il Covid-19 e 661 nuovi positivi: l'1,7% dei 38.602 tamponi effettuati. Lo ha comunicato Regione Lombardia nel suo report quotidiano, dal quale emerge anche che crescono i ricoverati nelle terapie intensive (+1, sono complessivamente 30) e quelli nei reparti dedicati: 12 nuovi pazienti che portano a 206 quelli attualmente in cura.  Per quanto riguarda i nuovi positivi, a Milano sono 209 (di cui 111 in città), a Varese 126, a Brescia 53, a Monza 50, a Mantova 40, a Como e Bergamo 35, a Cremona 30, a Pavia 19, a Lodi 10, a Sondrio 8 e a Lecco 2.

Emilia Romagna

Oggi in Emilia-Romagna si registrano 493 nuovi contagi su oltre 24mila tamponi, con un totale di casi attivi di 6.035. Nessun morto, 78 guariti, 183 ricoverati nei reparti Covid (+14), 13 in terapia intensiva (numero invariato). Sono i dati della pandemia in regione, forniti dall'assessore alla Sanità Raffaele Donini. "Giornalisticamente si parla di quarta ondata, assistiamo anche qui - ha detto - a un aumento significativo dei contagi che ci aspettiamo possa consolidarsi e comunque non diminuire nei prossimi giorni. A un aumento non banale dei casi, non sta ad ora maturando un aumento significativo delle ospedalizzazioni nei reparti Covid. Siamo molto al di sotto del livello di guardia". La variante Delta è stimata all'88,5%, "largamente maggioritaria". L'incidenza si attesta sui 65-67 casi ogni 100mila abitanti.

Sardegna

Nuova impennata di contagi in Sardegna: altri 413 casi di Covid sono stati accertati nelle ultime 24 ore. Il bilancio delle vittime è salito a 1.500 dall'inizio della pandemia: sono morti altri due anziani, una novantenne nella Città metropolitana e un uomo di 84 anni del Sud Sardegna. Arriva a 61.413 il numero dei positivi da marzo 2020, secondo l'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale. Negli ospedali ci sono 72 pazienti ricoverati, dai quali 69 in area medica (lo stesso numero di ieri) e 11 nelle terapie intensive (+2). Il numero dei positivi in isolamento domiciliare ha superato quota 4 mila: sono 4.320. 

Campania

L'unita' di crisi della regione Campania informa che i positivi del giorno sono 380. I tamponi molecolari del giorno sono 8.042 e quelli antigenici 6.936. Non si registra alcun decesso.

Piemonte

Il Piemonte ha comunicato 282 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 29 dopo test antigenico), pari all'1,9% di 15.096 tamponi eseguiti, di cui 9.493 antigenici. Il totale dei casi positivi diventa quindi 369.339. I ricoverati in terapia intensiva sono 4 (+1 rispetto aieri), negli altri reparti 76 (+8 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 1.926. I tamponi diagnostici finora processati sono 5.875.398 (+ 15.096 rispetto a ieri),di cui 1.880.404 risultati negativi. 

Puglia

In Puglia sono stati registrati 151 casi su 11.363 test per l'infezione da Covid-19, con una incidenza dell'1,3% (ieri erano 163 su 12.494 tamponi). I nuovi positivi sono 42 nella provincia Bat, 32 in provincia di Lecce, 21 in provincia di Bari, 19 in provincia di Brindisi, 14 in provincia di Foggia, 13 in provincia di Taranto, 13 residenti fuori regione. Tre casi di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. Non sono stati registrati decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.874.001 test e sono 1.977 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 255.551 e sono 246.905 i pazienti guariti. 

Marche

Sono 101 i nuovi positivi di oggi nelle Marche, in diminuzione rispetto ai 162 delle scorse 24 ore. Oggi i tamponi effettuati sono stati 2.762 e il tasso di positività passa al 6,6% contro il 10% di ieri. I casi attualmente attivi sono 1.775, mentre casi/contatti in isolamento domiciliare sono 1.750. Nelle ultime 24 non ci sono stati nuovi decessi, mentre il tasso di incidenza è di 45,49 su 100mila abitanti, contro il 45,35 di ieri.

Le altre regioni

In Basilicata si registrano 36 nuovi positivi al Covid e 11 guarigioni. Altri 67 nuovi casi e nessun decesso in Abruzzo, 40 nella provincia autonoma di Bolzano, 45 a Trento e 4 in Valle D'Aosta. Anche la Calabria conta 183 nuovi positivi, mentre sono 96 in Friuli Venezia Giulia e 117 in Umbria. Altri 4 anche in Molise e 116 in Liguria.

Il report Gimbe

image

Dopo 15 settimane di calo, tornano a salire le vittime: 111 nell'ultima settimana, sono state il 46% in più rispetto ai 76 della settimana precedente. Lo rileva il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe relativo al periodo 21-27 luglio 2021, che vede un incremento settimanale del 64,8% di nuovi casi (31.963 rispetto 19.390), un aumento del 42,9% di persone in isolamento (68.510 rispetto a 47.951), un aumento del 34,9% di ricoveri con sintomi (1.611 rispetto a 1.194) e del 14,5% delle terapie intensive. 

In tutte le Regioni, eccetto il Molise, si rileva un incremento percentuale dei nuovi casi e in 40 Province l'incidenza supera i 50 casi per 100.000 abitanti. Tre Province fanno registrare oltre 150 casi per 100.000 abitanti: Caltanissetta (272), Cagliari (257) e Ragusa (193). Il virus, inoltre, "circola più di quanto documentato dai nuovi casi identificati - spiega Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione - a causa dell'insufficiente attività di testing e dalla mancata ripresa del tracciamento dei contatti, reso sempre più difficile dall'aumento dei positivi". 

Infatti, a fronte a un'impennata del rapporto positivi/persone testate (dall'1,8% della settimana 30 giugno-6 luglio al 9,1% di quella 21-27 luglio) la media dei nuovi casi ha subito una flessione nell'ultima settimana. Si conferma infine un lieve incremento dei ricoveri che documenta l'impatto ospedaliero della variante delta: il numero di posti letto occupati da pazienti Covid in area medica è passato dai 1.088 del 16 luglio ai 1.611 del 27 luglio e quello delle terapie intensive dai 151 del 14 luglio ai 189 del 27 luglio, anche se le percentuali rimangono basse, con tutte le Regioni che registrano molto valori inferiori al 15% per l'area medica e al 10% per l'area critica.

Da sottolineare, poi, che a fronte della diffusione della variante Delta che si avvia a diventare prevalente, quasi 3,2 milioni di over 60 non hanno ancora completato il ciclo vaccinale e 2,06 milioni (11,5%) non hanno ancora ricevuto nemmeno una dose con rilevanti differenze regionali (dal 19,9% della Sicilia al 6,4% della Puglia) e 1,11 milioni (6,2%) sono in attesa di completare il ciclo con la seconda dose.