Un tampone rapido eseguito fuori da una discoteca
Un tampone rapido eseguito fuori da una discoteca

Roma 28 luglio 2021. Quanto dura la quarantena, se sono stato a contatto con una persona che ha contratto il Covid? Devo farla anche se sono vaccinato? Quanto si deve restare in isolamento, in caso di positività? Questi sono alcuni degli interrogativi che, con il riesplodere dei casi a causa della variante Delta, molti italiani si stanno facendo in questi giorni. Cerchiamo di dare una risposta alle domande più frequenti, le cosiddette Faq.

Covid in Italia: il bollettino del 12 agosto

Covid: record di contagi a Tokyo, Sydney e Bangkok. Israele: vaccino ai bambini di 5 anni

Sommario

Vaccino Covid senza puntura: ecco come funziona

Cos'è la quarantena?

La quarantena si attua a una persona sana (contatto stretto) che è stata esposta a un caso Covid, con l’obiettivo di monitorare i sintomi e assicurare l’identificazione precoce dei casi. La fine del periodo di quarantena potrà essere certificata, a seconda dell’organizzazione adottata dalle singole Regioni, dal medico del Dipartimento di prevenzione o dal Servizio di igiene pubblica della propria Asl.

Cos'è l'isolamento?

L’isolamento consiste nel separare quanto più possibile le persone affette da Covid da quelle sane, al fine di prevenire la diffusione dell’infezione, durante il periodo di trasmissibilità. La fine del periodo di isolamento potrà essere certificata, a seconda dell’organizzazione adottata dalle singole Regioni, dal medico del Dipartimento di prevenzione o dal Servizio di igiene pubblica della propria Asl.

Ho preso il Covid, quanto devo stare in casa?

Le persone asintomatiche risultate positive possono rientrare in comunità dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni dalla comparsa della positività (di cui, se sintomatiche, almeno gli ultimi 3 giorni senza sintomi), al termine del quale risulti eseguito un test antigenico o molecolare con risultato negativo.

Ho il Covid da più di dieci giorni, ma sto bene. Devo ancora restare in casa?

Le persone che continuano a risultare positive al test molecolare o antigenico per Sars-Cov-2, i cosiddetti 'Long Covid' in caso di assenza di sintomatologia da almeno 7 giorni (fatta eccezione per ageusia/disgeusia e anosmia), potranno interrompere l’isolamento al termine del ventunesimo giorno.

Sono un Long Covid e ho contratto una variante diversa da quella inglese. Quanto devo restare ancora in casa?

Al momento, per chi ha contratto una variante diversa da quella inglese, si può interrompere l’isolamento solo dopo l’avvenuta negativizzazione al test molecolare.

Sono un contatto stretto di una persona risultata positiva al Covid, quanto dura la quarantena?

I contatti stretti di un caso confermato COVID-19 devono allertare il proprio medico, che avviserà o fornirà tutte le indicazioni per contattare il Dipartimento di prevenzione della ASL o ATS competente per territorio che disporrà la quarantena e la sorveglianza. In linea generale, si può rientrare in comunità dopo un periodo di quarantena di almeno 10 giorni dall’ultima esposizione al caso, al termine del quale risulti eseguito un test antigenico o molecolare con risultato negativo.

Ho il Green pass, sono vaccinato da 14 giorni con la seconda dose, ma sono un contatto stretto di una persona risultata positiva al Covid. Devo fare la quarantena?

Sì, al momento si applicano le stesse regole in vigore per i non vaccinati e per chi ha ricevuto soltanto la prima dose o il siero monodose da meno di 14 giorni.

Leggi anche

New York offre 100 dollari a chi si vaccina. "Ecco perché può diventare un boomerang"