Tom Cruise sul set di Mission Impossible 7
Tom Cruise sul set di Mission Impossible 7

Los Angeles, 29 luglio 2021 - Covid, la minaccia del virus piomba sul cinema: le produzioni di Hollywood sono di nuovo bloccate a causa dell'aumento dei contagi e dell'incertezza dei protocolli sul vaccino. E mentre aumentano i contagi a Tokyo, Sydney e Bangkok, Hollywood è in crisi: stando a quanto riporta il Wall Street Journal, la positività al Covid di alcuni membri della produzione ha portato allo stop delle riprese di "House of the Dragon", l'atteso prequel di "Game of Thrones" che andrà in onda sul canale Hbo. 

Il bollettino in Italia del 29 luglio

Le produzioni sospese

Set chiuso anche per "Woke", sempre a causa dell'emergere di nuovi contagi. Tra le produzioni sospese, quelle del film "God is a bullett" con Jamie Foxx, dopo che gli attori, vaccinati di recente, sono comunque risultati positivi al test. Di recente era toccato, per un breve periodo, anche a Tom Cruise per "Mission: Impossible 7".

Nuova mappa Ecdc: Sardegna e Sicilia in rosso

Distanziamenti e mascherine

L'emergenza legata alla variante Delta sta sollevando questioni sulla fragilità di Hollywood: quello del cinema è un ambiente di lavoro diverso da tutti gli altri. Il distanziamento sociale non può essere osservato sul set, e recitare con le mascherine è impensabile. Gli Studios e i sindacati degli attori hanno appoggiato la scelta di far vaccinare più gente possibile, ma nessuno può essere obbligato, così nascono momenti di tensione. 
Ad esempio un attore ha chiesto di essere accompagnato sul set da un altro autista, perché quello che gli era stato non si vuole vaccinare.