Roma, 20 febbraio 2021- Sono ancora alti i dati sui contagi di oggi e sui decessi dell'ultimo bollettino sull'epidemia da Coronavirus in Italia, nel giorno in cui torniamo indietro di un anno, a quanto tutto è iniziato: il 20 febbraio 2020 veniva identificato a Codogno il paziente uno Covid, il 38enne Mattia Maestri. Da allora tutto è cambiato e, a dodici mesi dall'inizio della pandemia, Andrea Crisanti contesta che "non abbiamo ancora imparato. Abbiamo pensato che con questo tipo di virus si potesse convivere - ha detto il virologo -. Forse siamo ancora in tempo a cambiare strategia che riduca al minimo i contatti". A tal proposito, dopo gli ultimi cambi di colore delle Regioni decisi ieri, si discute sulle misure da adottare in primis per la scadenza del 25 febbraio sugli spostamenti e poi dal 5 marzo, quando scadrà anche il Dpcm 16 gennaio: si fa strada l'ipotesi di un'unica zona arancione nazionale (qui le regole) e, per fare il punto, è stata convocata da Stefano Bonaccini, governatore dell'Emilia Romagna, la conferenza delle Regioni questo pomeriggio.

Bollettino sul Coronavirus in Italia del 21 febbraio. Contagi e dati

Zona arancione e sport: quando posso uscire dal comune / Zona arancione: ecco quante persone possiamo portare in macchina

Intanto, un report dell'Iss avverte che  l'85% dei casi diagnosticati in Italia da inizio pandemia sono stati diagnosticati in 10 regioni: si tratta di Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Campania, Piemonte, Lazio, Sicilia, Toscana, Puglia e Liguria. Otto regioni, invece, (Friuli-Venezia Giulia, Marche, Abruzzo, PA Bolzano, Umbria, Sardegna, Calabria e PA Trento) hanno riportato tra 30.000 e 70.000 casi, mentre tre regioni/PA (Basilicata, Valle d'Aosta e Molise) hanno riportato meno di 15.000 casi ciascuna.

Sempre oggi ricorre la prima giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato, e il capo dello Stato ha rivolto un messaggio riconoscente a medici e infermieri che "fin dall'inizio della diffusione del virus" si sono dimostrati all'altezza di una minaccia di così vasta portata", ha detto Sergio Mattarella.

Vaccino Astrazeneca, nuovo taglio dosi all'Italia: riduzione del 10,6%

Covid, il bilancio del 20 febbraio

Sono 14.931 i nuovi casi Covid in Italia nelle ultime 24 ore, in lieve calo rispetto ai 15.479 di ieri. I tamponi sono 306.078, 9 mila più di ieri, e il tasso di positività scende da 5,2 a 4,87%. I decessi sono 251, in calo rispetto ai 353 di ieri, per un totale di 95.486 vittime dall'inizio dell'epidemia. Ancora in aumento invece le terapie intensive, +4 (ieri +14) con 137 ingressi del giorno, e sono 2.063 in tutto. Prosegue invece il calo dei ricoveri ordinari, 106 in meno (ieri -132), per un totale di 17.725. Tornano a salire i malati di Covid-19 in Italia, gli attualmente positivi delle tabelle del ministero della Salute: in 24 ore sono aumentati di 2.175 unità, portando il totale a 384.623. In aumento anche le persone in isolamento domiciliare: sono 364.835 (+2.277). I dimessi e guariti sono invece 2.315.687 (+12.488 rispetto a ieri). I casi totali da inizio epidemia in Italia sono ora 2.795.796, i morti 95.486. La regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore rimane la Lombardia (3.019), seguita dall'Emilia-Romagna (1.724), Campania (1.677), Veneto (1.244) e Toscana (953).

I numeri delle Regioni

Le notizie locali / Lombardia

Sono 3.019 i casi di Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Lombardia, che, anche oggi, è la Regione che registra più contagi. Sono stati effettuati 44.012 tamponi, su un totale di 6.331.879 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore ci sono stati 37 decessi che portano il numero delle vittime complessive, in regione, a 28.008. Le persone ricoverate con sintomi sono 3.722, di cui 382 in terapia intensiva, mentre in isolamento domiciliare ci sono 49.261 soggetti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza sono 495.393 (+1.406). Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Milano 815, Bergamo 186, Brescia 766, Como 229, Cremona 46, Lecco 114, Lodi 50, Mantova 109, Monza e Brianza 206, Pavia 146, Sondrio 39, Varese 238.

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 244.170 casi di positività, 1.724 in più rispetto a ieri, su un totale di 31.943 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri e' del 5,4%. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 16.881 tamponi molecolari, per un totale di 3.271.027. A questi si aggiungono anche 636 test sierologici e 15.062 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite sono 1.489 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 198.733. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 35.133 (+212 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 33.058 (+220), il 94,1% del totale dei casi attivi.Si registrano 23 nuovi decessi.

Campania

Sono 1.677 i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore, su 20.893 tamponi esaminati, in Campania. Resta stabile la curva dei contagi: se, infatti, ieri il tasso di incidenza era dell'8,19%, oggi è del 8,02%. Secondo i dati dell'Unità di crisi della Region, 11 sono le persone decedute, di cui nove nelle ultime 48 ore; netto calo per le persone guarite, oggi 543 mentre ieri erano 1556. Aumenta di poco l'occupazione dei posti letto di terapia intensiva (oggi 112 e ieri 110), mentre cala quella dei posti letto di degenza, oggi 1289 mentre ieri erano 131.

Veneto

Brusco ritorno ad un alto numero di contagi giornalieri in Veneto, che registra 1.244 casi di positività al Covid in 24 ore. Era da diverse settimane che non accadeva. Il report della Regione segnala anche 18 vittime in più rispetto a ieri, a conferma di un trend dei decessi che continua ad abbassarsi. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale così a 325.789, quello dei morti a 9.701. Scende anche il dato dei ricoveri ospedalieri: nei normali reparti medici si trovano oggi 1.211 malati Covid (-30); resta stabile infine il numero dei pazienti in terapia intensiva, 133.

Toscana

"I nuovi casi registrati in Toscana sono 953 su 21.572 test di cui 13.471 tamponi molecolari e 8.101 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,42% (8,3% sulle prime diagnosi)". Lo annuncia su Facebook il presidente della Toscana, Eugenio Giani, anticipando il dato del bollettino regionale sull'andamento dell'epidemia di Coronavirus.

Lazio

Sono 921 i nuovi casi positivi al Covid registrati nel Lazio nelle ultime 24 ore. I decessi sono stati 32, ieri erano 38. In diminuzione le terapie intensive con 3 posti in meno, calano anche i ricoveri ospedalieri ordinari con -42. I guariti nel Lazio nelle ultime 24 ore sono stati 1.051. La Regione ha comunicato che sarà emessa un'ordinanza per istituire la zona rossa a Colleferro e Carpineto Romano, alle porte di Roma: l misura, a quanto si apprende, è stata decisa a causa dell'alta incidenza di casi e della presenza di variante inglese in quei territori.

Puglia

Oggi in Puglia sono stati effettuati 9.880 test per l'infezione da Covid-19 e registrati 905 casi positivi: 368 in provincia di Bari, 77 in provincia di Brindisi, 78 nella provincia BAT, 118 in provincia di Foggia, 86 in provincia di Lecce, 177 in provincia di Taranto, un residente fuori regione. Sono stati, inoltre, registrati 23 decessi: 5 in provincia di Bari, 8 in provincia BAT, 4 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Taranto, un residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.487.903 test, 102.858 sono i pazienti guariti e 33.084 sono i casi attualmente positivi.

Piemonte

Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 765 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, pari al 3,7% dei 20.595 tamponi eseguiti, di cui 14.138 antigenici. Dei 765 nuovi casi, gli asintomatici sono 253 (33,1 %). Il totale dei casi positivi diventa quindi 242.175. I ricoverati in terapia intensiva sono 130, quelli non in terapia intensiva sono 1.857 (+8 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 10.608. I tamponi diagnostici finora processati sono 2.848.917(+ 20.595 rispetto a ieri), di cui 1.114.541 risultati negativi.

Marche

Nelle Marche i positivi nel percorso nuove diagnosi sono 547: 276 nella provincia di Ancona, 103 a Macerata, 53 in quella di Pesaro-Urbino, 47 in provincia di Fermo, 48 in provincia di Ascoli Piceno e 20 fuori regione.

Sicilia

Sono 474 i nuovi casi di Coronavirus in Sicilia, a fronte di 23.307 tamponi effettuati, su un totale di 2.252.267 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 18 decessi che portano il totale delle vittime, sull'isola, a 3.981. Il numero degli attualmente positivi in Sicilia raggiunge quota 29.906 (-1.663) mentre le persone ricoverate con sintomi sono 862, di cui 145 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 28.899 pazienti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza sono ad oggi 114.692 (+2.119). 

Abruzzo

Sono 387 i nuovi casi di Coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 4.636 tamponi molecolari: è risultato positivo l'8,35% dei campioni. Si registrano due decessi recenti: il bilancio delle vittime sale a 1.610. Le aree più colpite sono ancora una volta il Chietino e il Pescarese - attualmente in zona rossa - dove dilaga la variante inglese: nel caso della provincia di Pescara si stima che sia responsabile del 70% dei contagi, percentuale che scende al 60 considerando anche la provincia di Chieti. I nuovi positivi hanno età compresa tra sei mesi e 94 anni. Le località con più nuovi casi sono Pescara (41), Chieti (32), Lanciano (28) e Roseto degli Abruzzi (25). 

Umbria

Sono stabili a 545 i ricoveri per Covid in Umbria dei quali 86 (tre in più) in terapia intensiva. È quanto emerge dai dati giornalieri della Regione aggiornati al 20 febbraio. I nuovi casi di positività accertati nelle ultime 24 ore sono 363, su 1.423 test antigenici e 3.306 tamponi molecolari processati, con un tasso di positività complessivo del 7,67 per cento (ieri 4) e del 10,98 (era 7,7) sui soli tamponi molecolari. Si registrano altri 13 morti (972 in tutto) e 269 guariti. Gli attualmente positivi sono 8.520 (81 in più di ieri). 

Liguria

Sono altri 10 i decessi di pazienti positivi al coronavirus in Liguria, secondo l'ultimo bollettino diffuso dalla Regione. Le vittime da inizio emergenza sono salite a 3.569. In ospedale ci sono 562 pazienti covid, 19 in meno di ieri. Di questi, 53 sono in terapia intensiva. Il report registra anche 361 nuovi casi; nelle ultime 24 ore effettuati 3.981 tamponi molecolari, 896.513 da inizio emergenza. Effettuati anche 2.760 tamponi antigenici rapidi, 87.204 dal 14 gennaio scorso. Dei 147.950 vaccini consegnati, ne sono stati somministrati 100.696, ovvero il 68%.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.783 tamponi molecolari sono stati rilevati 216 nuovi contagi con una percentuale di positivita' del 3,74%. Sono inoltre 4.009 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 110 casi (2,74%). I decessi registrati sono 8 e i ricoveri nelle terapie intensive sono 60, mentre si riducono quelli in altri reparti (348). I decessi complessivamente ammontano a 2.756. I totalmente guariti sono 59.796 e i clinicamente guariti 1.875, mentre calano le persone in isolamento, che oggi risultano essere 8.844. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive al Covid-19 complessivamente 73.679 persone.

Basilicata

In Basilicata - zona gialla dallo scorso 11 gennaio - ieri sono stati analizzati 1.302 tamponi molecolari: 91 sono risultati positivi al Coronavirus e di questi 88 appartengono a residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 24 ore sono stati registrati due decessi, con il totale delle vittime lucane salito a 352. Sono 83 (due più di ieri) le persone ricoverate negli ospedali lucani, delle quali quattro (come ieri) in terapia intensiva, tre al San Carlo di Potenza e una al Madonna delle Grazie di Matera. Con 74 guarigioni registrate nelle ultime 24 ore, il numero dei lucani attualmente positivi è di 3.329 (3.246 in isolamento domiciliare). In totale i guariti lucani sono 10.684. Dall'inizio dell'epidemia in Basilicata sono stati analizzati 229.688 tamponi molecolari, 212.585 dei quali sono risultati negativi e sono state testate 140.512 persone.

Le altre notizie di oggi

Sono state ritirate dal mercato le mascherine U-Mask: a dare l'alt "con carattere d'urgenza" è stato il ministero della Salute, specificando che le U-Mask 'Model 2' non possono essere considerate dispositivi medici, e che quindi si riscontrano "potenziali rischi per la salute". Ma la società produttrice ha contestato "radicalmente il provvedimento" e ha fatto sapere che "ci difenderemo nelle sedi opportune".

Prosegue, invece, l'inchiesta sul mercato neri dei vaccini anti-Covid, mentre proseguono le somministrazioni (qui la dashoboard dei vaccinati in Italia in tempo reale): nel mondo sono state iniettate oltre 200 milioni di dosi in almeno 107 Paesi o territori, secondo i dati elaborati dall'Agence France Presse partendo da fonti ufficiali. Il 45% delle somministrazioni riguarda i Paesi del G7, che contano insieme circa il 10% della popolazione mondiale e i cui leader si sono impegnati ieri a una più equa ripartizione dei vaccini con le nazioni meno sviluppate.