Prima sospesa, poi anticipata. Tutto in 24 ore o poco più. La crisi di governo cambia i piani di pubblicazione dell’autobiografia di Rocco Casalino, il portavoce del premier dimissionario, Giuseppe Conte. Il Portavoce, questo il titolo del libro edito da Piemme, stando a indiscrezioni di stampa avrebbe...

Prima sospesa, poi anticipata. Tutto in 24 ore o poco più. La crisi di governo cambia i piani di pubblicazione dell’autobiografia di Rocco Casalino, il portavoce del premier dimissionario, Giuseppe Conte. Il Portavoce, questo il titolo del libro edito da Piemme, stando a indiscrezioni di stampa avrebbe dovuto essere pubblicato il prossimo 23 febbraio. Destinazione gli scaffali delle librerie al prezzo di vendita di 17 euro. Ma, così come accadde in autunno per l’uscita del volume del ministro della Salute, Roberto Speranza, dedicato alla pandemia, sospesa per l’arrivo della seconda ondata dei contagi, stavolta è stato il terremoto politico a Palazzo Ghigi a ridettare i tempi.

Sta di fatto che martedì sul sito di Piemme la descrizione del libro dell’ex concorrente del Grande fratello era stata rimossa. Vuoi vedere che non se ne fa più nulla, avranno pensato i maligni. E, invece, la casa editrice alla fine ha deciso di giocare d’anticipo, comunicando ieri agche Il Portavoce sarà pubblicato, come previsto, solo non più il 23, ma il 16.

Una sinossi parziale svela i contenuti del libro: "Rocco studia duramente, è il più bravo della classe, la matematica gli piace e gli riesce facile. Così, tornato in Italia, si iscrive alla facoltà di ingegneria". Seguono "tante vite vissute, tante lezioni imparate, tanta fame di farcela a tutti i costi: per diventare il portavoce di Giuseppe Conte e uno degli uomini più decisivi di questi anni". Almeno fino alla crisi in corso che (al momento) sembra lasciare in ombra sia il premier che il suo portavoce.