Covid in Italia: i contagi dell'11 maggio
Covid in Italia: i contagi dell'11 maggio

Roma, 11 maggio 2021 - L'Italia registra un aumento dei contagi Covid. Come era prevedibile il nuovo bollettino del ministero della Salute sulla situazione Coronavirus nel nostro Paese segna una crescita rispetto ai dati di lunedì, visto che il numero di test effettuati alla domenica è generalmene più basso. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 286.428 i tamponi molecolari e antigenici contro i 130mila del giorno precedente. Il tasso di positività è è quindi al 2,4%, in calo di un punto e mezzo rispetto al 3,9% di ieri.

Sommario

Intanto è al vaglio del governo l'ipotesi di abbandonare il tradizionale indice Rt basato sull'andamento dei casi positivi (parametro fondamentale per definire i colori delle Regioni) e sostituirlo con un Rt ospedaliero, che segue appunto l'andamento dei ricoveri e che garantisce dati più recenti. La preoccupazione, sollevata da diversi governatori, è che l'indice Rt, in ritardo di quasi due settimane e sensibile a variazioni anche su numeri minimi, rischi come in parte già emerge di andare in controtendenza rispetto al chiaro calo dei contagi (e dei ricoveri) in tutte le Regioni: se rimanesse la soglia dell'Rt sopra 1 per finire in arancione, già questo venerdì potrebbero scattare misure più restrittive per diverse zone del Paese, a dispetto della fase discendente dell'epidemia.

Prossimo a subire modifiche anche il coprifuoco, che già da lunedì prossimo (il 17 maggio) potrebbe slittare alle ore 23, per poi passare a mezzanotte e infine essere abolito. Prosegue poi la campagna vaccinale, anche se l'obiettivo di 500mila somministrazioni al giorno finora è stato raggiunto solo quattro volte. Intanto oggi è giunto il richiamo di Pfizer Italia di mantenere la seconda dose a 21 giorni dalla prima, mentre negli Stati Uniti la Fda ha dato il via libera al siero Pfizer per i 12-15 anni.

Anticorpi Covid, quanto durano. I risultati dello studio dell'ISS

Seconda dose Astrazeneca: cosa succede dopo stop Ue a rinnovo del contratto

Il bollettino Covid dell'11 maggio

Sono 6.946 i nuovi contagi da Covid-19, circa 2mila in più rispetto a ieri ma con una crescita dei tamponi a quota 286mila (+156mila). Si registrano anche 251 morti (+53) per un totale di 123.282 vittime dall'inizio dell'epidemia. Il tasso di positività, come detto, è sceso al 2,4% (-1,5%). Gli attualmente contagiati scendono di 10mila unità a 363mila. Prosegue la discesa dei ricoveri: le terapie intensive sono 102 in meno (ieri -34) con 100 ingressi del giorno, e scendono a 2.056 totali, mentre i ricoveri negli altri reparti calano di 490 unità (ieri +7), 14.937 in tutto.  Restano in isolamento domiciliare 346mila pazienti mentre sono 16.503 le persone dimesse o guarite. La regione più colpita è la Campania con 1.109 casi, segue la Sicilia con 894 e la Lombardia con 788. 

Le regioni / Campania

Torna a stabilizzarsi l'indice di positività in Campania, dopo l'impennata di ieri (oltre il 9%) dovuta al minor numero di tamponi eseguiti di domenica. I positivi delle ultime 24 ore sono 1.109, di cui 337 sintomatici, su 16.351 test molecolari esaminati. Il tasso del contagio è del 6,78%, in linea con quello registrato 48 ore fa (6,77). Le nuove vittime sono 29, di cui 18 risalenti alle ultime 48 ore e 11 decedute in precedenza, mentre i guariti ben 2.390. Continua ad alleggerirsi la pressione sugli ospedali: i posti di terapia intensiva occupati sono 111 (-2), quelli di degenza 1.353 (-12).

Sicilia

Sono 894 i nuovi casi Covid identificati in Sicilia nelle ultime 24 ore a fronte di 27.362 tamponi antigenici e molecolari. Brusco innalzamento del dato sui decessi rispetto agli ultimi giorni: tra ieri e oggi, infatti, sull'Isola si sono registrati 26 morti. Le guarigioni sono state, invece, 936. Al momento nelle nove province dell'Isola si contano 22.162 positivi, 68 in meno rispetto a ieri. La provincia con il maggiore incremento di casi è Catania, con 392 positivi in più rispetto a ieri. In discesa i ricoverati in ospedale: i pazienti in regime ordinario sono passati dai 988 di ieri ai 959 di oggi, mentre per quelli ricoverati nelle terapie intensive e sub-intensive si registra un lieve aumento da 131 a 133.

Lombardia

Nelle ultime 24 ore in Lombardia si registrano 788 nuovi contagi e 30 morti, che portano a 33.235 il totale dei decessi nella regione dall'inizio della pandemia. Sono 33.979 i tamponi processati con un indice di positività che si attesta al 2,3%. Sul fronte ospedaliero i pazienti in terapia intensiva sono 454 (-25 da ieri), con 17 ingressi del giorno, mentre i ricoverati con sintomi in area non critica sono 2.556 (-112). Nel dettaglio i nuovi casi sono 256 a Milano, di cui 98 in città; 102 a Brescia, 66 a Bergamo, 63 a Varese, 59 a Pavia, 48 a Bergamo, 45 a Monza e Brianza, 36 a Mantova, 35 a Lecco, 31 a Cremona, 16 a Lodi e 3 a Sondrio. I guariti nella giornata odierna sono 16.503, mentre gli attuali positivi scendono a 363.859 con un calo complessivo di 9.811.

Puglia

Aumentano oggi in Puglia i nuovi casi positivi che sono 684, ma risale anche il numero dei test effettuati rispetto a ieri (+11.692). La provincia più colpita è Bari (con 213 nuovi contagi), seguita da Lecce (+132) e Taranto (+101). I decessi restano sostanzialmente stabili: oggi sono state registrate 24 vittime, mentre ieri erano stati 25 i morti per Covid. Continua a crescere in modo costante la curva dei guariti e per questo calano in modo consistente sia gli attuali positivi che i ricoverati (ad oggi sono 1.542, 65 in meno rispetto a ieri).  

Lazio

Sono 635 i nuovi contagi da Coronavirus nel Lazio il numero piu' basso negli ultimi sette mesi. I test effettuati sono quasi 25mila, suddivisi tra 13.301 tamponi molecolari e oltre 21mila antigenici rapidi. I decessi sono 40, mentre i guariti +1.230. Si registra un forte calo delle terapie intensive e un calo del numero di ricoverati nei reparti ordinari. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 4,7%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale scende al 2,4%. I casi a Roma città sono a quota 406.

Piemonte

In Piemonte sono 529 i casi positivi al Covid riportati nel bollettino dell'Unità di crisi della Regione; il tasso è del 2,7% rispetto ai 19.905 tamponi processati (10.959 antigenici), con una quota di asintomatici del 47,3%. Nuovo calo dei ricoverati: -13 rispetto a ieri in terapia intensiva, in totale ora 148 e -22 negli altri reparti dove ci sono 1.658 pazienti. I morti sono 12 (di cui 1 registrato oggi) con il totale da inizio pandemia che sale a 11.433. Le persone in isolamento domiciliare sono 10.880, i guariti +957, gli attualmente positivi 12.686.

Emilia-Romagna 

Nuovi contagi di Coronavirus e ricoveri ancora in calo in Emilia-Romagna: i positivi di oggi sono 456 (età media di 38 anni) su poco più di 25mila tamponi effettuati. Si contano anche 12 vittime nelle ultime 24 ore. Sul fronte ospedaliero sono 63 i pazienti in meno (per un totale di 1.294) nei reparti Covid, mentre le terapie intensive restano stabili (un paziente in meno da ieri, per un totale di 186 ricoverati). La situazione dei contagi nelle province vede in testa Bologna con 154 nuovi casi più 7 di Imola, seguita da Modena (69) e Reggio Emilia (46). I casi attivi ad oggi sono 28.876 (-2.501 rispetto a ieri), il 95% dei quali si trova in isolamento domiciliare. 

Veneto

Frenata della curva del Covid in Veneto. Nelle ultime 24 ore ci sono stati 417 contagi, che portano il totale degli infetti dell'inizio dell'epidemia a 418.144, e 17 vittime, per un numero complessivo di 11.442. Si tratta di dati - dopo i 247 positivi di ieri - che non si registravano dal periodo precedente la seconda ondata. In calo progressivo anche i dati ospedalieri. I posti letto occupati da pazienti Covid sono oggi 1.158 (-13), dei quali 1.010 (-8) nei normali reparti medici, e 148 (-5) nelle terapie intensive. I soggetti attualmente positivi sono 18.278 (-758).

Toscana

Sono 367 i nuovi casi registrati nelle 24 ore in Toscana su 21.913 test di cui 9.906 tamponi molecolari e 12.007 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 1,67% (5,3% sulle prime diagnosi). Rispetto alla precedente rilevazione in calo il numero dei contagi (erano 481), a fronte di circa il doppio di test (erano 10.508). I nuovi decessi sono invece 21. Si allenta la pressione sugli ospedali: i ricoverati sono 1.263 (48 in meno rispetto a ieri), di cui 195 in terapia intensiva (10 in meno).

Calabria

In aumento i contagi in Calabria (ieri erano stati 168), a fronte però di un maggior numero di test. Sono 237 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al Coronavirus su 3.241 tamponi eseguiti. Si registrano inoltre 8 decessi nelle ultime 24 ore, che fanno salire il totale delle vittime a 1.092 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Si registra un'ulteriore riduzione del numero complessivo dei ricoveri, passati da 454 a 443 (-11).

Marche

Sono 151 i nuovi positivi al Coronavirus nelle Marche su 2.258 nuove diagnosi con un rapporto casi/test del 6,7%. I numeri più alti rilevati ancora in provincia di Pesaro Urbino (51) seguita da quelle di Ascoli Piceno (44), Macerata (29), Ancona (8) e Fermo (7); 12 i casi da fuori regione). Il Servizio Sanità della Regione comunica che nelle ultime 24 ore sono stati testati "4.021 tamponi: 2.258 nel percorso nuove diagnosi (di cui 846 nello screening con percorso Antigenico) e 1.763 nel percorso guariti (rapporto positivi/testati pari al 6,7%)". 

Liguria

A fronte di 4.224 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 2.466 tamponi antigenici rapidi, sono 128 nuovi positivi in Liguria. Sono altri 7 i decessi, di cui tre risalgono ad aprile, per un totale di 4.252 vittime da inizio emergenza. Cala di 18 unità il numero dei pazienti Covid: i ricoverati nei nosocomi liguri sono 421 di cui 47 sono in terapia intensiva. 

Sardegna

Nelle ultime 24 ore in Sardegna sono stati rilevati 83 nuovi contagi su 5.776 tamponi effettuati per un tasso di positività dell'1,4%. Si registrano anche quattro decessi (1.422 in tutto). Sono, invece, 274 (-14) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi e 40 (-1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 14.916 e i guariti sono complessivamente 39.113 (+324).

Basilicata 

In Basilicata sono 82 i nuovi casi di positivi al Sars Cov-2, su un totale di 1.484 tamponi molecolari, e si registrano tre decessi. Continua il calo del numero dei ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane, sono 136 (-5), mentre rimane invariato il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva, sono 10.

Abruzzo

In Abruzzo rispetto a ieri si registrano 79 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 89 anni), con il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno (in totale 6.297)  pari a 1,2%. Il bilancio dei pazienti deceduti registra invece 9 vittime (due sono decessi avvenuti nei giorni scorsi ma comunicati solo oggi dalle Asl) e sale a 2447. Cala il numero dei ricoverati in ospedale: sono 254 i pazienti (-24 rispetto a ieri) nei reparti non critici, mentre 25 (-4 rispetto a ieri con nessun nuovo ricovero) quelli in terapia intensiva. 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su un totale di 5.946 test sono state riscontrate 70 positività al Covid 19, pari all'1,17%. Nel dettaglio, dall'analisi di 3.499 tamponi molecolari sono stati rilevati 50 nuovi contagi con una percentuale di positività dell'1,43%, mentre sono 2.447 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 20 casi (0,82%). Sono stati registrati 2 decessi. In calo i pazienti Covid: i ricoveri nelle terapie intensive sono 20 (-2), negli altri reparti sono 136 (-11).

Le altre regioni 

In Umbria si contano 114 contagi, e per il secondo giorno consecutivo nessun decesso. Dopo alcuni giorni senza vittime per Covid, l'Alto Adige registra  un nuovo decesso, mentre i nuovi positivi sono 53. Un morto anche in Valle d'Aosta, dove i casi sono 23 nelle ultime 24 ore. Sono 44 i nuovi positivi e 2 le vittime in Trentino. Cinque i nuovi contagi in Molise