11 gen 2022

Avellino, evasione dal carcere: due in fuga

In tre nella notte si sono calati dalla cella con le lenzuola. Uno è stato subito fermato, si cercano gli altri due detenuti

CONTROLLO DEL TERRITORIO
OPERAZIONE DEI CARABINIERI 

ELICOTTERO

CIVITANOVA MARCHE
Elicottero dei Carabinieri

Avellino, 11 gennaio 2022 - E' caccia all'uomo dopo l'evasione di tre detenuti la notte scorsa dal carcere di Avellino. L'evasione sembra tratta da un film: i tre detenuti hanno praticato un foro nella cella e si sono calati nel cortile del penitenziario con le lenzuola, e hanno scavalcato la recinzione grazie al materiale e ai cassonetti accatastati sul posto. Ma per uno dei tre la fuga è finita subito, bloccato da una pattuglia dei carabinieri e dal personale della polizia penitenziaria del carcere nella frazione Bellizzi.

I due in fuga sono un 23enne originario della Romania ed un 41enne originario del Marocco. Contrariamente a quando è stato riferito da fonti sindacali e secondo quanto si è appreso da fonti accreditate, non è accusato di reati di terrorismo il detenuto marocchino ancora in fuga. Si tratta di Hassin Kilifi, 40enne di Marrakech, che avrebbe terminato di scontare la sua pena il 27 agosto del 2027 dopo averla iniziata il 5 maggio 2021 (6 anni e 3 mesi).

Il 22enne rumeno evaso (Ansa)
Il 22enne rumeno evaso (Ansa)
Il 45enne marocchino evaso (Ansa)
Il 45enne marocchino evaso (Ansa)

"Dalle prime ricostruzioni pare dunque ci sia stato un piano di fuga ben organizzato con un'auto fuori che ha consentito ai due di allontanarsi approfittando del numero molto limitato di agenti presenti e in servizio a Bellizzi, appena otto unità. Bisogna dunque rafforzare le operazioni di ricerca e mostrare grande attenzione per la pericolosità degli evasi", ha spiegato in una nota il segretario generale del sindacato Polizia penitenziaria Aldo Di Giacomo. La nota sottolinea come "la rocambolesca fuga, secondo il più classico dei copioni di film, è il segno più evidente del totale fallimento della gestione delle carceri". Le ricerche sono ancora in corso con pattuglie e con il supporto di un elicottero. E' stata aperta un'inchiesta per accertare eventuali responsabilità. 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?