Polizia francese (Reuters)
Polizia francese (Reuters)

Ventimiglia (Imperia), 20 gennaio 2019 - E' giallo sulla morte di uno studente di 18 anni di Ventimiglia, Alessio Vinci, trovato morto all'interno di un cantiere a Parigi. A quanto si apprende sarebbe precipitato da una gru alta quarantacinque metri. In un messaggio recapitato al nonno, col quale viveva, Alessio ha scritto che era stato "il nonno migliore e un grande esempio" per lui. Un messaggio che potrebbe essere ultimativo e che fa pensare possa trattarsi di suicidio, anche troppi restano gli interrogativi da chiarire.

I PUNTI DA CHIARIRE - A cominciare dalle cause del decesso:  sarà soltanto l'autopsia, già disposta dalle autorità francesi, a stabilire i contorni di questa vicenda. Non è chiaro neppure il motivo del perché Alessio si trovasse nella capitale francese. E non si esclude che il ragazzo possa essere stato indotto a togliersi la vita. Sul caso indagano le autorità transalpine in stretto contatto con quelle italiane. 

STUDENTE MODELLO - La notizia è stata data da alcuni quotidiani locali e in mattinata sono emersi nuovi particolari sulla vicenda. Il ragazzo abitava nel quartiere di Roverino a Ventimiglia. Studente brillante, si era diplomato con un anno di anticipo e il massimo dei voti al Liceo Scientifico Arosio. Aveva superato anche selezioni per entrare alla facoltà di Ingegneria Aerospaziale del Politecnico di Torino, piazzandosi trai primi 40 candidati. Al nonno, al quale era legatissimo, aveva detto che sarebbe andato all'università a Torino e nessuno, tra amici e familiari, sa perchè sia andato invece nella capitale francese. 

IL PARROCO - "Me lo aveva presentato un parrocchiano e ero contento di aver conosciuto un piccolo genio - racconta don Domenico Orlando, vice parroco di San Nicola, a Ventimiglia -. Anch'io mi pongo delle domande e vorrei capire meglio cosa è successo". Alessio era orfano di madre fin da piccolo, motivo per cui viveva con il nonno. La polizia francese ha già acquisito le telecamere della zona in cui si è consumata la tragedia per meglio ricostruire la vicenda e verificare l'eventuale presenza di terzi. Anche il cellulare del ragazzo sarà analizzato