Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Moda Salute Itinerari

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Il tesoro da non sprecare

Io l’ho vista alla tv, ero uno tra 1 milione 491mila persone (share del 8.6%) che ha seguito il prepartita, uno tra 1 milione 722 mila (share 9,6%) che hanno guardato sulla Rai la partita tra Italia e Giappone, che ieri notte al Foro Italico ha inaugurato il mondiale di volley. Avrei voluto essere tra gli 11.170 […]

Ultimo aggiornamento il 10 settembre 2018 alle 14:14

Io l’ho vista alla tv, ero uno tra 1 milione 491mila persone (share del 8.6%) che ha seguito il prepartita, uno tra 1 milione 722 mila (share 9,6%) che hanno guardato sulla Rai la partita tra Italia e Giappone, che ieri notte al Foro Italico ha inaugurato il mondiale di volley. Avrei voluto essere tra gli 11.170 spettatori, volontari e addetti compresi (550 in tutto) che hanno attraversato quel momento magico dal vivo, purtroppo non ho potuto.

Ho scritto volutamente tutti questi numeri perché mi sembrano pazzeschi.  Così come è senza precedenti la presenza del Presidente della Repubblica, nella circostanza Sergio Mattarella, a una partita della nazionale di volley. Mi dicono che è la prima volta, me ne stupisco e compiaccio allo stesso tempo. Perché vuol dire che l’evento ha avuto la forza di attirare la più alta carica dello Stato, ma anche che la pallavolo non c’era mai riuscita, prima.

E proprio questo è il punto.

Perché questa festa nel Colosseo del volley mandata in diretta mondiale, le immagini di Mattarella che scende in campo e chiacchiera con giocatori e ct facendo i complimenti, sono un’occasione unica ed irripetibile. Lo dico alla Fipav e alla Lega, per quel che conta la mia modesta opinione.

Non è neanche importante che l’Italia lo vinca, questo mondiale. Certo, il risultato sportivo aiuterà. Ma quello che abbiamo visto tutti, ieri, non è stata una partita. La gara è stata, soprattutto agli occhi di chi non ne capisce molto del volley giocato (e ne ha tutto il diritto), soltanto il trasferimento da un inizio emozionante a un finale travolgente, per cornice di pubblico, di cielo, di battiti del cuore.

Se sprecate anche questa occasione, come avete sprecato quasi tutte quelle che in passato il nostro volley, maschile e femminile, ha offerto a chi lo deve gestire, allora tanto vale che ci arrendiamo tutti.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.