Foto: Andyworks/iStock
Foto: Andyworks/iStock
Migliaia di anni di addomesticamento hanno privato i cani di un'abilità fondamentale, per gli animali che vivono allo stato selvaggio: quella di ritrovare velocemente l'armonia interna al gruppo dopo un litigio. È quanto sostengono alcuni ricercatori dell'Università di Vienna in uno studio pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science, dopo aver messo a confronto il comportamento di cani e lupi.

LUPI E CANI

Sotto l'attenta guida della dottoressa Simona Cafazzo, prima firmataria della ricerca, sono stati formati quattro branchi di lupi e altrettanti branchi di cani: i primi arrivavano da esemplari tenuti in cattività, i secondi da canili associati all'Università. L'elemento comune a entrambi i gruppi era che gli animali non avevano mai interagito prima e di conseguenza gli studiosi si attendevano una serie di zuffe per stabilire le gerarchie sociali all'interno dei branchi.

DALLE ZUFFE ALLA PACE
L'osservazione diretta ha prodotto risultati interessanti: è emerso che fra i lupi si sviluppavano conflitti frequenti, che però si risolvevano relativamente in fretta. Nel giro di al massimo dieci minuti, infatti, i contendenti di una zuffa avevano appianato la rivalità e giocavano insieme (in linea di massima, chi aveva perso il confronto era quello che faceva il primo passo verso la pacificazione). Per contro, i cani arrivavano alle maniere forti più di rado, ma quando lo facevano evidenziavano una maggiore cattiveria e, piuttosto che riconciliarsi dopo una zuffa, tendevano a evitarsi.

PERCHÉ NON RICONCILIARSI?
L'ipotesi avanzata da Cafazzo e colleghi è che la differenza dipenda dal fatto che il lupo è un animale selvatico e che, per garantire la sopravvivenza del gruppo allo stato selvaggio, è fondamentale ristabilire velocemente un clima collaborativo e pacifico dopo che un combattimento ha sancito i ruoli all'interno del branco. I cani, invece, avrebbero perduto questa capacità di riconciliazione in seguito a secoli di addomesticamento, che ha reso più importante l'interazione con gli umani piuttosto che quella con gli altri cani.

Leggi anche:
- Il lupo che ha lasciato l'area radioattiva di Chernobyl
- Migrazione record della farfalla Cynthia: 12mila chilometri
- Cosa ci fa un orso nella vasca dell'idromassaggio?