Milano, 21 aprile 2017 – Stefano Pioli non cambia. Domani a Firenze il tecnico dell’Inter dovrebbe riconfermare gli stessi undici visti nel derby, puntando sulla voglia di riscatto della squadra e sul fatto che, prima dei cambi, l’Inter aveva saldamente in mano la stracittadina. Con Ansaldi ai box per un fastidio muscolare, Nagatomo si prenderà ancora la fascia sinistra con D’Ambrosio a destra e Miranda-Medel in mezzo. Confermati a centrocampo sia Roberto Gagliardini che Geoffrey Kondogbia, sulla trequarti ci sarà spazio per Joao Mario, uno dei migliori contro il Milan. Proprio dalla sostituzione del portoghese sono nati i problemi nerazzurri, Pioli non lo toglierà nel ruolo di sostegno alle punte, agendo come sempre tra le linee il portoghese è ormai un punto di riferimento anche in fase di uscita dalla difesa. Sulle fasce Perisic e Candreva, prima punta il capitano Mauro Icardi. L’obiettivo è chiaro, riportare a casa tre punti, una vittoria che manca da quattro partite (il 7-1 contro l’Atalanta del 12 marzo).

GABIGOL IN PRESTITO – Per quanto riguarda il mercato, ritornato oggetto misterioso dopo il gol di Bologna, Gabriel Barbosa è a caccia di spazio. Se non riuscirà a trovarlo all’Inter andrà altrove, lo ha ammesso il suo agente Wagner Ribeiro a Fox Sport: “Ho da poco parlato con l’Inter e troveremo una soluzione – ha ammesso – Se Gabigol continuerà a non giocare e a non avere chance, sarà ceduto in prestito. Andrà in qualche grande club europeo ma non tornerà in Brasile”. In Italia lo stanno seguendo Sassuolo e Atalanta, ipotesi escluse dal suo procuratore. Sulle operazioni in entrata, l’Inter prosegue la caccia ai terzini. A sinistra Samir dell’Udinese sembra aver scavalcato Rodriguez del Wolfsburg, mentre per l’altra fascia Matteo Darmian potrebbe essere un obiettivo sensibile in estate. Ieri è stato spedito in tribuna da Mourinho nel quarto di finale di Europa League.