Napoli, 24 settembre 2017 – Il dramma non ha fine per Arek Milik. Dopo il grave infortunio dell’anno scorso al ginocchio sinistro, out quattro mesi, il polacco dovrà quasi certamente sottoporsi ad un intervento chirurgico per la rottura del crociato destro patito a Ferrara contro la Spal. Stamattina Milik si è sottoposto ad una risonanza magnetica a Pineta Grande, dalle indiscrezioni pare confermata la rottura e, di conseguenza, un altro lungo stop. Notizie certe e ufficiali non ce ne sono, ma domani l’attaccante verrà visitato dal professor Mariani a Villa Stuart, colui che lo curò anche la passata stagione: se la diagnosi verrà confermata si procederà presto all’intervento chirurgico. Potrebbero volerci altri 4-5 mesi di stop. Per quanto riguarda le scelte societarie in tema di sostituti, quasi certamente si andrà verso il rientro di Inglese a Napoli. L’attaccante del Chievo, acquistato dagli azzurri e poi ceduto in prestito, sarà richiamato a gennaio se i tempi di recupero di Milik dovessero risultato eccessivamente lunghi. Per lo sfortunato attaccante polacco due operazioni nel giro di un anno alle ginocchia. Un calvario senza fine.

ORA IL FEYENOORD – Oltre al danno la beffa per Milik che sarebbe sicuramente stato il titolare in occasione del debutto interno del Napoli in Champions. Martedì al San Paolo il polacco avrebbe sostituito contro il Feyenoord Dries Mertens, apparso meno brillante del solito a Ferrara contro la Spal. Ma l’infortunio di Milik obbligherà Sarri a sfruttare il belga il più possibile almeno fino a gennaio, quando il mercato di riparazione porterà a Napoli un’altra punta. Tra l’altro, i compagni non hanno il tempo per pensare allo sfortunato amico, perché la sfida agli olandesi diventa decisiva dopo la sconfitta al debutto con lo Shaktar Donetsk. Infatti, proprio il capitano Marek Hamsik, tramite il suo sito ufficiale, ha confermato le difficoltà incontrate al Mazza sabato e quanto sia importante rimanere concentrati per vincere la partita contro il Feyenoord: “Sabato è stata una delle partite più difficili della stagione – ha scritto Hamsik – La squadra però ha mostrato ancora una volta forza e grande carattere, e per la terza volta siamo riusciti a rimontare una gara. Siamo molto contenti per questo inizio di campionato ma siamo solo alla fase iniziale. Ora la testa è al Feyenoord”.