Milano, 16 luglio 2017 - Il mercato del Milan non è ancora finito e il ds Fassone prepara gli ultimi colpi: il sogno di un centravanti di prima fascia e poi chissà, forse ancora un colpo o a centrocampo o sugli esterni per rendere definitivamente competitivo per lo scudetto questo Milan. Aubameyang, Morata o Belotti davanti, il Milan ci pensa e con uno di questi tre centravanti potrebbe seriamente sognare di duellare con la Juve per tornare sul trono d'Italia sei anni dopo.

Fassone dopo un colpo super come quello di Leonardo Bonucci ha le credenziali per poter alzare la voce e per darsi un certo tono e nell'ultima intervista lo ha pienamente confermato rendendo pubblici i sogni suoi e di tutto lo staff milanista. Ecco le sue parole.

"Su Bonucci ero ero molto scettico: 'Figurati se la Juventus dà a noi Bonucci'. Era un’idea folle e non volevo nemmeno provarci, ma poi è stato Montella a dirci di insistere. Siamo andati a vedere e abbiamo fatto questa operazione rapidamente e velocemente. È un segnale molto importante nel vedere che oggi, giocatori di club che hanno la Champions, abbiano voglia di venire da noi. L’acquisto di Bonucci lo vedo come un segnale molto bello per il futuro. Leo è un guerriero e un leader e ci darà molto, sia in campo sia fuori”.

"Con Lotito è sempre più complicato trattare. Devi prenderla sempre in maniera divertente, perché lui è uno così, anche se poi è uno sfinimento, perché ti porta fino all’ultima goccia di sudore per chiudere una trattativa”.

"Budget?Abbiamo la fortuna di essere in Cina e faremo il punto con la proprietà per capire le risorse, che non sono illimitate. Dobbiamo ragionare con il mister anche perché le prossime due amichevoli daranno delle indicazioni tecniche a lui e Mirabelli”.

"Prossimo centravanti? Quando rientreremo in Italia, imboccheremo la strada giusta. Stiamo tenendo aperte tutte le piste e faremo sicuramente qualcosa di bello. Sono stati fatti tanti nomi e di attaccanti fortissimi. Sarebbe bello avere uno tra Belotti, Morata o Aubameyang. Vedremo su chi cadrà la scelta, anche se ci sono nomi che ancora non sono emersi in maniera roboante sui media. Evidentemente stiamo pensando di fare ancora qualcosa in quel ruolo”.