Minneapolis (Stati Uniti), 5 ottobre 2017 – Cecilia Zandalasini riscrive la storia della pallacanestro femminile italiana diventando la seconda giocatrice azzurra a conquistare l’anello della WNBA – l’NBA femminile – dopo Catarina Pollini che vinse il titolo nel 1997 quando vestiva la casacca delle Houston Comets. Questa notte infatti, le Minnesota Lynx in cui l’atleta azzurra classe 1996 ha militato in questi playoff giocando circa 2 minuti a partita hanno sconfitto 85-76 le Los Angeles Sparks mettendo a segno il terzo e decisivo punto nella serie finale. Si conclude quindi con un anello al dito e la passerella in campo nei secondi finali la prima esperienza a stelle e strisce dell’atleta nativa di Broni che ha decisamente ben figurato in questi playoff ( 2 minuti di media in campo ma tanta sostanza) e a fine gara è riuscita a stento a contenere l’emozione: “E’ assurdo. Le ragazze sono state fantastiche e adesso si va a festeggiare. Quando tornerò a casa e ripenserò a tutto questo, saprò che avrò tante cose su cui lavorare per migliorare ancora ma per adesso voglio solo godermi questo momento”.

Anche il presidente federale Gianni Petrucci ha voluto complimentarsi in prima persona con Cecilia Zandalasini che adesso tornerà in Italia per tornare a giocare con la Famila Schio: “Non c'è solo l'orgoglio e la soddisfazione per il prestigioso percorso compiuto da Cecilia con dedizione e serietà in così poco tempo - ha commentato il presidente FIP Giovanni Petrucci la storica vittoria della Zandalasini - ma c'è anche la certezza che Cecilia abbia meritato questa importante occasione e che soprattutto saprà utilizzare, con umiltà ed intelligenza, quanto imparato in questa fondamentale esperienza mettendolo al servizio del club e della Nazionale. Cecilia, ti aspettiamo per festeggiarti e per affrontare insieme nuove sfide" si legge nel messaggio pubblicato sul sito della FIP.