Cleveland (Stati Uniti), 6 ottobre 2017 – La vittoria ottenuta a spese dei Washington Wizards aveva fatto pensare ad una possibile inversione di rotta dei Cleveland Cavaliers anche se, con il senno di poi, va detto che probabilmente la prestazione monstre di LeBron James – autore quella notte di ben 57 punti – ha mascherato quei difetti che puntualmente si sono ripresentati nel match perso ieri contro gli Atlanta Hawks.

Difetti, come le partenze a rilento che costano spesso molti punti presi e larghi vantaggi concessi agli avversari, che non sono passati inosservati agli occhi di un veterano del calibro di Dwyane Wade che ha voluto strigliare i compagni: “Non è un segreto che spesso partiamo troppo in sordina. L’inizio del match contro Atlanta è stato terribile perché abbiamo permesso ai nostri avversari, a causa della nostra scarsissima concentrazione, di prendere il largo nelle prime battute del match e poi abbiamo provato a rientrare e a recuperare 16-18 lunghezze di svantaggio spendendo moltissime energie. E’ difficile riuscire a fare recuperi del genere ogni volta”.

Wade ha poi piazzato una vera e propria stoccata verso i titolari: “I titolari devono assolutamente incominciare meglio le partite. Tutti noi siamo consci di questo aspetto e anche dentro lo spogliatoio non è un segreto. Aspetto il giorno in cui i giocatori del quintetto base si lamenteranno dell’operato delle seconde linee. Non aspetto davvero altro”.