Bologna, 1 dicembre 2014 - Inizia giovanissimo in una storica bottega di Bologna, si specializza nella difficile arte dei pavimenti alla veneziana e decide di mettersi in proprio. Alla bottega Luca affianca dopo poco il sito web, la finestra sul mondo che gli permette di ottenere una commessa anche in Germania. Il pavimento alla veneziana ha trovato proprio a Bologna una particolare diffusione — sia negli interni di palazzi storici, ville e luoghi monumentali, sia in esterno, soprattutto sotto i portici — e tuttavia deve la propria denominazione al fatto di essere stato introdotto per la prima volta a Venezia tra il XIII ed il XIV secolo.

Luca Mezzini (video) ha già realizzato importanti lavori di restauro sotto la supervisione di architetti di fama: dai saloni di Villa Guastavillani sulla collina bolognese, alla pavimentazione della Chiesa di S. Vitale e Agricola e della Chiesa di S. Pietro a Bologna. In taluni di questi interventi, per raggiungere un risultato ottimale ha dovuto ricavare manualmente la graniglia da utilizzare per la “semina”, in quanto gli standard di quella prodotta a macchina risultavano troppo distanti dalla pezzatura della graniglia originaria.

Lucamezzini.it