Marc Marquez
Marc Marquez

Sepang, 7 febbraio 2019 - A un mese dal primo Gran Premio della stagione (quello del Qatar, in programma per il 10 marzo), Marc Marquez è ancora lontano dalla migliore condizione. Il pilota spagnolo soffre alla spalla da poco operata e, durante la seconda giornata di test a Sepang, il dolore è venuto fuori prepotentemente, costringendolo a tornare ai box a un paio di ore prima della bandiera a scacchi e dopo aver concluso 37 giri. "In Qatar non sarò al 100%, ma spero che le mie condizioni fisiche non saranno un problema. L'obiettivo è arrivare in Argentina in perfetta forma, ma posso solo aspettare - racconta un dolorante Marquez, che ha chiuso 8° a 0"893 da Viñales - Al momento non posso nemmeno fare 20 giri consecutivi e non è un bene che la situazione sia peggiorata rispetto al primo giorno".

Anche perché, allo stato attuale delle cose, il campione in carica non è in grado di lavorare quanto e come vorrebbe sulla moto. "All’inizio mi sentivo meglio, ma poi le cose sono peggiorate: ho avvertito più dolore ed è diminuita la forza - sottolinea Marquez - Il corpo viene prima di tutto, speravo che la situazione fosse migliore, invece fatico molto in frenata nelle curve a sinistra e sono costretto a essere dolce nei cambi di direzione e non aggressivo come al solito. In queste condizioni non posso lavorare sui dettagli perché non riesco a usare il mio stile e non farei prove accurate: la priorità è di scegliere il motore, che va deciso prima del GP del Qatar".