Carlos Sainz su Mclaren
Carlos Sainz su Mclaren

Bologna, 26 maggio 2020 – Momenti duri a Woking in casa Mclaren. La recessione economica colpisce duro anche la Formula 1 e la Mclaren Group sta per tagliare circa 1.200 dipendenti, questa è la stima del piano presentato dall’azienda e di cui sono in atto le consultazioni. E’ una scelta inevitabile per arginare i costi in una fase difficile e dopo l’introduzione del budget cap in Formula 1: 70 persone saranno tagliate dall’attività F1 di Woking che proverà comunque a uscire indenne da questo momento difficile.

La crisi ha colpito duro soprattutto sul settore auto con il crollo delle vendite in casa Mclaren, da qui l’esigenza di allestire un piano che riduca sensibilmente i costi e ovviamente a farne le spese è anche il personale. Lo ha annunciato il presidente esecutivo di Mclaren Paul Walsh: “Siamo rammaricati, ma non avevamo scelta – si legge su Motorsport.com – Sappiamo che l’impatto di questa ristrutturazione ricadrà sui dipendenti e abbiamo cercato di evitare misure così drastiche, ma ora l’unica soluzione è ridurre la forza lavoro”. Tagli al personale dunque, a maggior ragione con l’introduzione del budget cap in formula di cui Mclaren è stata sostenitrice: “Questo sistema creerà una base sostenibile e renderà più competitivo questo sport, ora prenderemo le misure necessarie per essere al massimo nel 2021 e tornare a lottare di nuovo per vittorie e campionati”.