© Photo4 / LaPresse
09/06/2019 Montreal, Canada
Sport 
Grand Prix Formula One Canada 2019
In the pic: Sebastian Vettel (GER) Ferrari SF90 moves the 1st and 2nd place Boards.
© Photo4 / LaPresse 09/06/2019 Montreal, Canada Sport Grand Prix Formula One Canada 2019 In the pic: Sebastian Vettel (GER) Ferrari SF90 moves the 1st and 2nd place Boards.

Montreal, 10 giugno 2019 - La Ferrari non ingoia il verdetto del Gp del Canada 2019 e annuncia ricorso contro la penalizzazione inflitta a Sebastian Vettel ieri in gara: 5 secondi pesantissimi che hanno sottratto al tedesco la vittoria, consegnandola ad Hamilton. "Penso che non avrebbe potuto fare nulla di diverso da quello che ha fatto, motivo per cui abbiamo deciso di appellarci alla decisione degli steward", afferma il team principal delle Ferrari, Mattia Binotto. La scuderia del Cavallino formalizzerà quindi  l'appello, sperando che non finisca come dopo Messico 2016. 

 

Cosa è successo in Canada  

Vettel taglia il traguardo per primo dopo una gara quasi perfetta, macchiata da una piccola sbavatura che però gli costa cara: al 48° giro - quando ne mancano 21 alla fine - il ferrarista finisce sull'erba. Dietro c'è Hamilton vicinissimo. Rientrando Vettel lo chiude leggermente verso il muro mantenendo la prima posizione. I giudici decidono che il tedesco ha tratto vantaggio da questa manovra e portato fuori strada il pilota Mercedes. La sentenza è drammatica: 5 secondi di penalità, impossibili da recuperare. Vettel perde la prima piazza: è secondo davanti al compagno di squadra Leclerc. Con l'ennesimo successo il Re Nero vola a 162 punti in classifica, 62 in più rispetto a Vettel: il Mondiale è segnato. 

La manovra di rientro di Vettel costata la penalizzazione (Ansa)

Le pagelle di Leo Turrini. Vettel 10: il vincitore vero

Vettel: "Sono inca...to"

Vettel è una furia: lo convincono a salire sul podio ma prima pensa bene di invertire i tabelloni davanti alla Mercedes del britannico e alla sua Ferrari con scritto 1° posto e 2° posto. Gesto polemico che guadagna gli applausi della folla. "Una decisione assurda. Come mi sento? Sono incazzato".

Nessun astio verso Hamilton: Vettel ammette che "Lewis era più veloce. Però noi abbiamo tagliato il traguardo per primi. Avevamo trovato una pole position incredibile, eravamo riusciti a tenerlo dietro lottando con il coltello tra i denti per tutta la gara". Sull'episodio il tedesco non si dà pace. "Stavo cercando di sopravvivere e tenere la macchina in pista, sono uscito dall'erba e le gomme erano sporche, non so cosa potessi fare diversamente. È stato un momento molto breve, ho perso il posteriore e ho dovuto fare una correzione, sono finito sull`erba e ho recuperato. Lewis era dietro, ho avuto fortuna perché non ha preso l`interno, ma in quel momento non sapevo dove fosse. In quel momento era già abbastanza difficile mantenere il controllo".