Valtteri Bottas (AFP)
Valtteri Bottas (AFP)

Spielberg (Austria), 4 luglio 2020 - Valtteri Bottas conquista la pole position del Gp d'Austria, prima gara del mondiale 2020 di F1. Il finlandese della Mercedes gira in 1'02"939 precedendo il compagno di squadra l'inglese Lewis Hamilton (1'02"951), campione del mondo in carica e alla caccia del settimo titolo iridato, per soli 12 millesimi. Terzo tempo per l'olandese della Red Bull Max Verstappen, a oltre mezzo secondo dalle imprendibili frecce d'argento, che si lascia alle spalle gli inglesi Lando Norris, con la McLaren e Alexander Albon, suo compagno di squadra. Sesto tempo per il messicano della Racing Point Sergio Perez. Male le Ferrari: Leclerc è settimo, Vettel undicesimo ed escluso dal Q3. 

Il calendario della F1

La griglia di partenza

1a fila
1. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes in 1'02'939
2. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 1'02"951

2a fila
3. Max Verstappen (Ned) Red Bull 1'03"477
4. Lando Norris (Gbr) McLaren 1'03"626

3a fila
5. Alexander Albon (Tha) Red Bull 1'03"868
6. Sergio Perez (Mex) Racing Point 1'03"868

4a fila
7. Charles Leclerc (Mon) Ferrari 1'03"923
8. Carlos Sainz (Esp) McLaren 1'03"971

5a fila
9. Lance Stroll (Can) Racing Point 1'04"029
10. Daniel Ricciardo (Aus) Renault 1'04"239

6a fila
11. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 1'04"206
12. Pierre Gasly (Fra) Alpha Tauri 1'04"305

7a fila
13. Daniil Kvyat (Rus) Alpha Tauri 1'04"431
14. Esteban Ocon (Fra) Renault 1'04"643

8a fila
15. Romain Grosjean (Fra) Haas 1'04"691
16. Kevin Magnussen (Den) Haas 1'05"164

9a fila
17. George Russell (Gbr) Williams 1'05"167
18. Antonio Giovinazzi (Ita) Alfa Romeo 1'05"175

10a fila
19. Kimi Raikkonen (Fin) Alfa Romeo 1'05"224
20. Nicholas Latifi (Can) Williams 1'05"757

Bottas: "Sto tremando, siamo andati al limite"

"Avevo delle sensazioni un po' strane prima della qualifica. Sto tremando perché siam davvero andati al limite. Sono emozioni belle per il team, han fatto un lavoro fantastico. E' molto positivo iniziare così, grazie a chi lavora in fabbrica ma è domani la giornata che conta". Il pilota della Mercedes, Valtteri Bottas, commenta così la pole position conquistata nel Gp d'Austria.

Hamilton: "Mercedes miglior team"

"Bravo Bottas ha fatto un ottimo lavoro, è una partenza ideale della stagione per noi. Anno dopo anno stiamo dimostrando di essere il miglior team. Siamo tutti uniti ed è per questo che siamo sempre i migliori". Così Lewis Hamilton dopo le qualifiche del Gp d'Austria, dove ha realizzato il secondo tempo a soli 12 millesimi dal compagno di squadra alla Mercedes Valtteri Bottas. "La bandiera gialla non mi ha confuso, non sapevo dove fosse la macchina che era uscita. Ho visto che Valtteri era lontano e non mi ha condizionato", aggiunge il 6 volte campione del mondo.

Vettel: "Non contento della macchina"

"L'eliminazione in Q2 è stata una sorpresa, pensavamo di avere qualcosa in più ma evidentemente gli altri sono andati di conserva rispetto a noi nelle prove. Non sono contento della macchina, avevamo più sovrasterzo in ingresso curva rispetto a quanto mi piace. Penso che per il passo gara l'auto si comporti meglio, il Gp è lungo e saremo lì". Il pilota della Ferrari, Sebastian Vettel, commenta così l'undicesimo posto nelle qualifiche del Gp d'Austria.

Leclerc: "Difficile fare miracoli"

"Purtroppo questi sono i risultati ma ora bisogna lavorare e costruire una macchina migliore per il futuro. I punti saranno in palio domani, difficile fare miracoli ma proveremo a fare il miglior risultato". Così Charles Leclerc della Ferrari al termine della qualifica del Gran Premio d'Austria conclusa con il settimo tempo. "Non dobbiamo demoralizzarci adesso, non siamo dove volevamo trovarci ma dobbiamo continuare a lavorare in gruppo per trovare piccoli dettagli che ci possano migliorare - ha aggiunto il monegasco -. La chance per tornare più in alto c'è, per lottare con le Mercedes no, ma daremo tutto come piloti e come squadra per provare ad andare un po' più su".

F1 live, diretta qualifiche

Highlights delle qualifiche

Al termine del Q1 in testa Verstappen, seguito da Bottas ed Hamilton. Leclerc quinto, Vettel ottavo. Eliminati Magnussen, Russell, Giovinazzi, Raikkonen e Latifi.

Al termine del Q2 in testa Bottas, seguito da Hamilton e Albon. Leclerc decimo, Vettel eliminato insieme a Gasly, Kvyat, Ocon e Grosjean.

Terze prove libere

Dominio Mercedes anche nella terza sessione di libere. Lewis Hamilton in testa alla classifica dei tempi. Il sei volte campione del mondo piazza la sua Mercedes al comando confermando l'ottimo stato di forma mostrato nella giornata di venerdì. Giro veloce in 1'04"130 con 147 millesimi di vantaggio sul compagno di squadra Valtteri Bottas, mentre è terzo Max Verstappen a 283 millesimi. Per la Ferrari c'e' il quinto tempo di Charles Leclerc (+0"573) e il settimo di Sebastian Vettel (+0"721): entrambi sorprendentemente alle spalle della Racing Point di Sergio Perez (quarto a +0"475). 

Respinto ricorso Red Bull su DAS Mercedes

La prima gara della stagione 2020 non è ancora iniziata, ma la Mercedes ha già ottenuto una prima vittoria. In Austria la Fia ha infatti respinto il ricorso presentato dalla Red Bull contro l'innovativo sistema di sterzo a doppio asse (DAS), che incide sulla convergenza delle ruote anteriori. Sulla Mercedes il volante mobile ha debuttato per la prima volta nei test pre-stagionali a febbraio e dal 2021 sarà vietato. Secondo la Red Bull il DAS viola alcune regole tecniche, in particolare legate all'aerodinamica, ed all'articolo 10.2.3, secondo il quale "nessuna regolazione può essere apportata a nessun sistema di sospensione mentre l'auto è in movimento". Ma, dopo un'audizione tenuta dai commissari tecnici con la partecipazione di membri di entrambi i team (di persona o in video), nonché di Nikolas Tombazis, dell'ufficio tecnico della Fia, è stato stabilito che il DAS fa parte del sistema di sterzo della Mercedes W11, "sebbene in modo non convenzionale". Quindi non viola le norme relative alle sospensioni e la Mercedes può continuare ad utilizzarlo. Il DAS consentirebbe alle gomme di andare in temperatura più uniformemente sui rettilinei, riducendo così l'usura e favorendo l'aderenza, pur consentendo la massima stabilità in curva. I rivali potrebbero ora cercare di adottare una loro versione del sistema prima che la stagione finisca. Il team manager della Red Bull, Christian Horner, ha già lasciato intendere che la sua squadra ci sta pensando.