Martedì 18 Giugno 2024
GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO
Calcio

Napoli, riecco Rrahmani: in ballo rinnovo e rientro dall'infortunio

Il kosovaro ha quasi smaltito completamente il guaio muscolare di Cremona: per lui è vicino anche il prolungamento del contratto

Amir Rrahmani (Ansa)

Amir Rrahmani (Ansa)

Napoli, 21 novembre 2022 - Mai sosta fu più benedetta per i giocatori alle prese con il recupero da infortuni seri: in casa Napoli il discorso tocca particolarmente Amir Rrahmani, che alla ripresa del campionato vuole tornare il perno della difesa della capolista e farlo magari dopo aver prolungato il sodalizio vincente.

Un'assenza (quasi) indolore

Nelle ultime battute del 2022 nell'infermeria azzurra il kosovaro era di fatto rimasto l'ultimo lungodegente prima di essere raggiunto da Khvicha Kvaratskhelia, alle prese con una lombalgia che sta tuttora creando dei problemi. Per fortuna di Luciano Spalletti, almeno sotto questo aspetto, i giochi sono fermi e quindi gli acciaccati hanno tutto il tempo per riprendersi con calma: vale per Kvara ma anche e soprattutto per Rrahmani, la cui assenza, all'inizio molto temuta da tifosi e addetti ai lavori, si è poi rivelata quasi indolore per il Napoli. I risultati hanno continuato a sorridere agli azzurri sia in campionato sia in Champions League, ma in qualche frangente l'assenza di colui che è ormai da tempo il miglior difensore della rosa si è comunque sentita: il tutto senza togliere meriti ai comunque più che affidabili Juan Jesus e Leo Ostigard. Il calvario del kosovaro, fuori dal giorno di Cremonese-Napoli (9 ottobre), è quasi terminato: adesso per l'ex Verona sono in corso le ultime terapie, accompagnate da qualche giorno di meritato relax a Dubai. Poi per il classe '94 e per l'intero gruppo comincerà la lunga marcia di avvicinamento alla gara in casa dell'Inter che fungerà da primo potentissimo crash test per la capolista e soprattutto per le inseguitrici, che senza troppi giri di parole confidano forse solo nella sosta e nelle sue conseguenze per riaprire la questione scudetto.

Due rinnovi in cantiere

Solo il campo emetterà i suoi verdetti: intanto il Napoli pensa anche alle questioni burocratiche e, nel caso specifico, al rinnovo di Rrahmani, ad oggi legato fino al 2024. Sull'elenco dei giocatori da blindare c'è anche capitan Giovanni Di Lorenzo, a sua volta vincolato fino al 2026 ma con una prospettiva di un prolungamento premio fino al 2028 da suggellare all'inizio dell'anno prossimo. Possibile che di entrambe le questioni se ne occupi Aurelio De Laurentiis in persona una volta rientrato dagli Stati Uniti, con la priorità che va a Rrahmani anche per arrivare con ancora più serenità al delicato confronto in trasferta contro l'Inter che sancirà la ripresa di un campionato che per il Napoli assumerà sempre di più i connotati di una fuga (per la vittoria).

Leggi anche - Mondiali 2022, le partite del 22 novembre: orari tv e probabili formazioni