5 mag 2022

Real Madrid-Manchester City 3-1, Ancelotti: "Non molliamo mai". Guardiola: "Bravi loro"

I commenti dei due allenatori dopo l'impresa dei Blancos al Bernabeu

Madrid (Spagna), 4 maggio 2022 – Impresa del Real Madrid che, sotto 1-0 contro il City (5-3 nel risultato aggregato) all'80', è stato capace di ribaltare il risultato grazie ai gol al 90’ e 93’ di Rodrygo e di Benzema all’alba del primo supplementare e di agguantare la finale di Champions League, la quinta in carriera per mister Carlo Ancelotti, decisivo grazie ai cambi fatti nella ripresa e raggiante nel dopopartita ai microfoni di Sky: “La grandezza del Real sta nel non arrendersi neanche quando tutto sembra finito. Questo club ti dà la forza di continuare a crederci e a lottare, come abbiamo fatto stasera. Abbiamo giocato contro un grande avversario e abbiamo trovato le forze per pareggiare proprio quando sembrava tutto compromesso. Il pareggio negli ultimi minuti ti dà un grande vantaggio psicologico, basti pensare a quando ci ha raggiunto il Liverpool in una finale di Champions anni fa. Nel primo tempo ci è mancata un po’ di precisione e abbiamo un po’ forzato il passaggio lungo”. Ora testa alla finale: “Quarti e ottavi sono stati molto difficili. Abbiamo superato tre formazioni candidate a vincere la coppa. Agguantare la finale non è garanzia di successo ma ci avvicina alla vittoria della coppa”.

Carlo Ancelotti (Ansa)
Carlo Ancelotti (Ansa)

La delusione di Guardiola

Umori opposti, invece, sul fronte del City che, dopo il pirotecnico 4-3 dell’andata, è arrivato a un passo dal colpaccio prima di subire una beffarda rimonta: “Abbiamo giocato meglio verso il finale - ha spiegato Pep Guardiola - e potevamo fare il 2-0 perché stavamo controllato la partita, ma poi hanno portato tanta gente in avanti e buttato il pallone in area trovando la rimonta. Non credevamo di avere la finale in tasca perché sapevamo che il Real aveva le potenzialità di fare due gol. Nel supplementare non si è più giocato, ci sono state tante interruzioni e noi abbiamo faticato tanto a rientrare in partita perché abbiamo subito un colpo molto duro. Nel primo tempo ci è mancata continuità, mentre nella ripresa quando stavamo facendo meglio sono arrivati gli ultimi minuti. E’ andata così. Complimenti a loro e al Liverpool e speriamo che sia una bella finale”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?