Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 giu 2022
giusy anna maria d'alessio
Sport
16 giu 2022

Mercato Napoli, su Osimhen piomba l'Arsenal. Il prezzo di De Laurentiis: i dettagli

Il nigeriano ha aperto a una cessione che appare comunque difficile: pesano il prezzo (100 milioni) e il Decreto Crescita

16 giu 2022
giusy anna maria d'alessio
Sport
Victor Osimhen (Ansa)
Victor Osimhen (Ansa)
Victor Osimhen (Ansa)
Victor Osimhen (Ansa)

Napoli, 16 giugno 2022 - E' ancora molto presto per parlare di un vero e proprio caso, ma di certo il rapporto tra il Napoli e Victor Osimhen si è fatto di colpo molto teso, con tanto di scaramucce verbali che potrebbero fare da preludio addirittura a un addio a stretto giro di posta.

Perché sì

Tutto è cominciato quando Aurelio De Laurentiis a più riprese ha ricordato che mai come quest'anno a Castel Volturno non ci sono incedibili: un'affermazione che rischia di aver deluso chi si aspettava di essere al centro del progetto, specialmente dopo un inizio di esperienza in azzurro tutt'altro che fortunata. Guai fisici, Covid e un rendimento altalenante e spesso addirittura deludente nei big match: se questa è l'estrema sintesi degli aspetti negativi dei primi due anni di Osimhen al Napoli, è impossibile non parlare anche di quanto di buono fatto vedere. O forse, proprio alla luce dei tanti problemi affrontati, solo intravedere: le 28 reti e i 9 assist messi a referto in 62 presenze in azzurro fungono da esempio e da richiamo per i tanti club attualmente alla finestra per capirci di più di una situazione forse poco nitida pure per i diretti interessati. Basti pensare alle dichiarazioni rilasciate in patria dal classe '98, che ha ammesso di ascoltare con attenzione le sirene che provengono da Spagna e soprattutto Inghilterra, dove notoriamente sembrano diverse le società disposte ad avvicinarsi alla richiesta choc da 100 milioni avanzata da De Laurentiis per cedere la punta di diamante della propria squadra per poi magari, chissà, dare il via a un nuovo ciclo proprio partendo dai ricavi di una cessione evidentemente non più così impensabile per nessuna delle parti in causa.

Perché no

Certo, nel caso bisognerà trovare chi sia intenzionato a muoversi dal tavolo delle possibilità a quello delle offerte, mettendo sul piatto una cifra che ad oggi pare consona alle casse di pochi club: su tutti Arsenal e Manchester United, ma dalla Spagna, nazione evidentemente citata non a caso dalla punta, sembra concreto pure l'interessamento dell'Atletico Madrid. A parte il prezzo proibitivo c'è però un ostacolo alla base che parte proprio da casa Napoli: Osimhen è stato tesserato a settembre 2020 e quindi non ha completato i due anni di residenza fiscale in Italia fissati dal Decreto Crescita. Questo significa che in caso di cessione, il club partenopeo dovrebbe restituire allo Stato le agevolazioni di cui ha usufruito finora: non un dettaglio da poco per un mago dei conti come De Laurentiis.

Leggi anche - Mercato Napoli, offerto il rinnovo a Meret: i dettagli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?