Marco Mancosu (Ansa)
Marco Mancosu (Ansa)

Lecce, 15 febbraio 2020 - Lecce e Spal si affrontano nel primo anticipo della 24esima giornata di Serie A. Mancosu sblocca il risultato su rigore al 41', la Spal pareggia con un colpo di testa di Petagna ad inizio ripresa. I salentini tornano in vantaggio grazie al primo gol in Serie A di Majer al minuto 65. Ai ferraresi non basta il forcing finale per evitare la sconfitta al debutto in panchina del nuovo allenatore Di Biagio. I biancazzurri rimangono quindi in fondo alla classifica a 15 punti, mentre il Lecce sale a 25.

PRIMO TEMPO - Il Lecce scende in campo con il 4-3-1-2, con Mancosu a supporto di Falco e Lapadula. Di Biagio, alla sua prima partita alla guida di un club, schiera un 4-3-3 con Petagna unico riferimento offensivo. La Spal mostra una buona aggressività e tiene il baricentro alto, mentre i salentini non riescono a prendere in mano le redini del match. La prima vera occasione della gara arriva al 21', quando Petagna controlla bene un lancio lungo di Valdifiori, premia l'inserimento centrale di Di Francesco che calcia ad incrociare sul secondo palo. Vigorito è attento e respinge in maniera efficace. Il Lecce risponde al 29': una carambola in area su un cross dalla destra favorisce Mancosu, che calcia scoordinato e non trova la porta. I padroni di casa aumentano la qualità del proprio gioco e Majer, abbattuto da Bonifazi, conquista un calcio di rigore al minuto 39. Mancosu rimane freddo e dagli undici metri non sbaglia, firmando il gol dell'1-0.

SECONDO TEMPO - La Spal pareggia alla prima occasione utile. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo Petagna stacca più in alto di tutti e batte il portiere sul secondo palo, regalando ai suoi la rete dell'1-1 al 46'. Il match si sblocca ed iniziano a fioccare opportunità da gol. Prima Deiola impegna Berisha dalla distanza, poi Castro dall'altra parte calcia dal limite dell'area e costringe alla parata Vigorito. Il Lecce passa in vantaggio al 65', quando Mancosu imbuca per Majer, che controlla bene sul centro destra dell'area di rigore e incrocia con il destro. Il pallone bacia l'interno del palo e si infila in porta. I ferraresi accusano il colpo e soffrono le avanzate avversarie. Barak al 71' sfiora la traversa dai sedici metri, graziando il portiere. Gli ospiti reagiscono nell'ultimo quarto d'ora. Il Pata Castro si divora un gol a tu per tu col portiere, poi serve al 78' il pallone del pareggio a Strefezza. Vigorito sfoggia i propri riflessi e dice no alla conclusione potente e ravvicinata del brasiliano. Di Francesco va vicino al gol d'autore all'89', compiendo un bel gesto atletico in rovesciata. Il pallone si spegne però a lato di un paio di metri rispetto allo specchio della porta.