Ramirez esulta con i compagni di squadra (Ansa)
Ramirez esulta con i compagni di squadra (Ansa)

Lecce, 1 luglio 2020 - Lecce e Sampdoria si affrontano in un importantissimo scontro salvezza, valido per la 29esima giornata di Serie A. Le due squadre, separate da un solo punto in classifica, si danno battaglia sin dai primi minuti. In una partita ricca di calci di rigore le marcature vengono aperte da Ramirez proprio dagli undici metri al minuto 40, a cui risponde a inizio ripresa Mancosu, che concretizza un altro penalty. L'ultimo rigore è ancora a favore dei blucerchiati: Gaston Ramirez replica quanto già visto nella prima frazione di gioco e firma il gol decisivo al 74'. Grazie a questa vittoria la Sampdoria stacca leggermente il terzultimo posto occupato dallo stesso Lecce, portandosi a +4.

PRIMO TEMPO - Liverani schiera il suo Lecce con il 5-3-2. Falco e Saponara agiscono da terminali offensivi, solo panchina per Babacar. Dall'altra parte Ranieri sceglie un quadrato 4-4-1-1, con il solo Ramirez a supporto di Bonazzoli. I salentini si rendono pericolosi al sesto minuto con Meccariello, che stacca bene di testa su un traversone teso di Falco. Audero risponde presente ed evita il peggio. Al 10' risponde la Samp: Ramirez imbuca un filtrante alto per Bonazzoli, che da posizione defilata cerca di sorprendere il portiere con un pallonetto. Gabriel è reattivo e salva in corner. Ramirez tenta una conclusione diretta, ma l'estremo difensore leccese blocca senza patemi. Dopo un inizio frizzante il match perde di ritmo, lasciando spazio a diversi contrasti duri a metà campo. La partita cambia quando Tachtsidis commette fallo da rigore su Jankto. Gaston Ramirez si presenta sul dischetto, calcia di mancino e trova una parata strepitosa di Gabriel, che è però sfortunato; la palla va infatti ad impattare contro la traversa e con un effetto beffardo si infila comunque in rete. Sampdoria in vantaggio 1-0 al 40'.

SECONDO TEMPO - Pronti-via calcio di rigore per il Lecce. Thorsby abbatte Saponara in scivolata e Rocchi indica il dischetto. Mancosu dagli undici metri spiazza Audero e al minuto 50 riporta la gara in parità. La Samp torna subìto in attacco, Ekdal calcia dai sedici metri ma trova solo la curva vuota del Via del Mare. Le squadre si allungano e si aprono diversi varchi in entrambe le difese. Gabbiadini, subentrato nella ripresa, scalda i guanti del portiere salentino con un mancino a giro al 55'. L'arbitro Rocchi assegna il terzo rigore del match al minuto 73: Paz atterra Depaoli, il VAR conferma la decisione del direttore di gara e Ramirez firma la propria doppietta personale dal dischetto. Blucerchiati avanti per 2-1 ad un quarto d'ora dalla fine. L'assalto finale dei padroni di casa non produce frutti. Prima ci prova Babacar di testa alto sopra la traversa, poi Barak con il destro neutralizzato dall'estremo difensore. Ai salentini non bastano neppure i sette minuti di recupero per evitare una sconfitta che, in prospettiva, potrebbe rivelarsi fondamentale nella corsa per la salvezza.