Giovedì 13 Giugno 2024
ADA COTUGNO
Calcio

Lazio, si tratta per il rinnovo di Tare. Ma attenzione alla Juventus

Prove di rinnovo tra Lotito e il suo direttore sportivo, dopo l'ottimo avvio di campionato

Lotito vuole blindare Tare

Lotito vuole blindare Tare

Roma, 19 dicembre 2022 - Anche oggi la Lazio è scesa in campo a Formello per continuare la preparazione in vista dell'esordio in campionato. I biancocelesti si preparano per affrontare al meglio la seconda parte della stagione ma intanto la società pensa anche a blindare i suoi pezzi pregiati. Uno di questi è Igli Tare che sta trattando il rinnovo del suo contratto con il presidente Claudio Lotito, ma non mancano le squadre disposte a presentargli una nuova opportunità.

La Lazio lavora al rinnovo

Nelle intenzioni di Claudio Lotito e di tutta la Lazio c'è di portare avanti il percorso con Tare ancora a lungo. In estate l'arrivo in società di Angelo Fabiani aveva fatto scricchiolare qualcosa all'interno delle gerarchie biancocelesti, ma dopo il mercato e l'ottimo avvio di campionato è tornato il sereno. Ecco perché il presidente ha deciso di proporre al direttore sportivo un prolungamento del contratto, così da consentirgli di costruire un nuovo corso vincente e di gestire al meglio il mercato. E anche se negli scorsi mesi è apparso vicino all'addio, per Tare il futuro continuerà a essere tinto di biancoceleste.

Il tentativo della Juve

A disturbare i piani di Lotito c'è la Juventus, alla ricerca di un nuovo direttore sportivo. I bianconeri hanno bisogno di ricostruire l'assetto societario e vorrebbero dare le chiavi del mercato a un profilo esperto e che sappia muoversi sulla Serie A. Tare è stato individuato dalla Vecchia Signora come uno dei papabili per il nuovo corso, ma sarà difficile strapparlo ai biancocelesti dopo la pace ritrovata con il presidente. Nel mirino non c'è solo il dirigente albanese, ma anche Cristiano Giuntoli del Napoli che al momento resta il nome più caldo.

Leggi anche - Inter, nuovi contatti per Thuram. Si attende una nuova risposta da Skriniar