Dybala a colloquio con Allegri
Dybala a colloquio con Allegri

Torino, 19 novembre 2021 - "Dybala? Lui desidera giocare. La voglia di mettersi a disposizione c'è, poi vedremo dopo l'allenamento odierno. Anche se non ha problemi a livello strumentale, il polpaccio è pericoloso". Massimiliano Allegri lascia aperte le porte a ogni ipotesi sul fronte Paulo Dybala, i cui esami ieri non hanno evidenziato alcuna lesione, ma solo un affaticamento. L'argentino scalpita e prova a esserci all'Olimpico contro la Lazio di Maurizio Sarri. Un match fondamentale in chiave Champions League per i bianconeri, che negli scontri diretti con le big del campionato per ora sono riusciti a battere solo l'altra squadra della Capitale. 

Ramsey in dubbio

"È una bella sfida tra due squadre che galleggiano in zona quarto posto. La partita dopo la sosta è sempre difficile e importante, quindi dobbiamo riabituarci a giocare - il pensiero di Allegri in conferenza stampa - Ho visto solo i giocatori europei perché i sudamericani sono arrivati un po' in ritardo. Qualcuno ha recuperato e vediamo chi avrò a disposizione. Riguardo alla formazione non so ancora praticamente niente". Quel che è certo è che il tecnico livornese avrà nuovamente a disposizione Kean. "Moise ha lavorato bene ed è pronto per domani. Rabiot? Ha fatto buone prestazioni e ha segnato in Nazionale". Come Aaron Ramsey, che tuttavia "ieri ha avuto un risentimento al flessore durante l'allenamento e deve essere valutato. De Sciglio rientra dopo il Chelsea, mentre Bernardeschi ne avrà per 15/20 giorni". 

"Squadra allenabile"

Lazio-Juve significa anche Sarri contro Allegri. "Maurizio qua ha vinto uno scudetto. Lui è un ottimo allenatore e ha fatto un buon lavoro a Torino. Questa squadra non alienabile? Sul fatto che non lo sia dovete bisogna chiederlo a lui. Per me ogni squadra è allenabile, dipende poi dai giocatori che hai: puoi farlo in un modo o in un altro. Rispetto a due anni fa la squadra è cambiata e ci sono tanti giocatori diversi. Diverse vedute? Il calcio è bello perché è opinabile, poi tutto si riduce alla vittoria o alla sconfitta". Sulla Lazio e sul tipo di partita che la Vecchia Signora dovrà fare, Allegri aggiunge: "Bisognerà essere bravi quando abbiamo la palla. La Lazio ha giocatori tecnici, Milinkovic Savic è un calciatore che oltre al fisico ha anche tecnica, Pedro è un elemento di livello internazionale, Luis Alberto anche. Dietro si sono sistemati. Servirà una buona prestazione a livello tecnico e una buona difesa senza palla". 

Leggi anche: Scamacca, dopo la follia del padre anche quella del nonno