Luis Alberto e Simone Inzaghi (Ansa)
Luis Alberto e Simone Inzaghi (Ansa)

Roma, 23 febbraio 2021 - Il giorno della grande sfida è arrivato, la Lazio sta per affrontare il Bayern Monaco. La sfida più importante dell'anno in cui i biancocelesti dovranno cercare una vera e propria impresa sportiva. A caricare l'ambiente ci ha pensato Luis Alberto che tramite i media spagnoli ha rilasciato delle dichiarazioni nel giorno stesso della partita.

Champions League: Lazio-Bayern Monaco. Formazioni e diretta

Le chance della Lazio

"Non siamo i favoriti per nessuno, ma abbiamo delle possibilità" ha detto Luis Alberto. "Ci piacciono le squadre che attaccano e concedono spazi. Tuttavia, dobbiamo fare una partita perfetta. Se il Barcellona di Guardiola non era imbattibile, nessuno lo è. Questa è la Champions League e, per andare lontano, dobbiamo battere i migliori. Avevamo perso la nostra identità e avevamo bisogno di credere in noi stessi. La squadra è di nuovo felice e dobbiamo continuare così".

Obiettivo Champions e poi Europeo

La sua stagione ha vissuto qualche problema fisico ma sul piano dell'impatto sulla squadra è sempre stato all'altezza delle sue ultime grandi stagioni. "Mi sto rimettendo in forma. Ho forzato il mio rientro per il buon momento da cui venivo e non sono rientrato nelle migliori condizioni. In cinque giorni correvo già, riuscivo a malapena a muovermi, ma avevo voglia di giocare. Dopo la partita con l'Atalanta mi sono pentito perché la ferita si è aperta, ma stiamo entrando nella fase decisiva della stagione e volevo esserci per aiutare la squadra" ha detto.

Poi la speranza è quella di convincere Luis Enrique a metterlo nel giro della nazionale, dove per il momento non rientra. "Ho passato un brutto periodo perché è l'anno dell'Europeo ed ero in un buon momento. Mi piacerebbe essere convocato dalla Spagna. Luis Enrique ha il suo stile e non mi ha ancora chiamato, ma continuerò a lavorare per convincerlo a cambiare idea" ha concluso.

Leggi anche - Dove vedere Lazio-Bayern in tv