Venerdì 21 Giugno 2024
MANUEL MINGUZZI
Calcio

Inter, riparte il tormentone Skriniar: può firmare pre-accordi con altri club

Lo slovacco va in scadenza a giugno e da oggi può firmare pre-accordi con altri club: c’è sempre il Psg, ma l’offerta Inter non cambia

Milan Skriniar

Milan Skriniar

Milano, 2 gennaio 2023 - E’ arrivato gennaio e riprende il tormentone Milan Skriniar. Il difensore slovacco va in scadenza a giugno e sostanzialmente può firmare pre accordi già ora in vista dell’estate, con l’Inter che ha presentato la propria offerta di rinnovo e non la ritoccherà verso l’alto. Di fatto, saranno giorni molto caldi e il rischio di perdere il miglior difensore a zero euro c’è tutto.

Skriniar vorrebbe un milione in più

L’Inter il suo lo ha fatto. La dirigenza ha recapitato da tempo la sua proposta per il rinnovo, rimanendo dentro i perimetri della sua azione a livello di bilancio e offrendo 6 milioni di euro di parte fissa più 500mila euro di bonus. Ora tocca a Skriniar accettare o meno e più passa il tempo e più cresce il pessimismo. L’Inter non ritoccherà l’offerta e non asseconderà eventuali richieste al rialzo, ma nel frattempo si attende una risposta dal giocatore e dal suo agente quanto meno per programmare il futuro. Le strade sono due: se resta Skriniar ci saranno ritocchi in difesa sulla base di chi rimarrà o meno degli altri, D’Ambrosio e de Vrij i giocatori in scadenza, se invece lo slovacco non firmasse ci sarebbe una sorta di rivoluzione, da finanziare con una plusvalenza in un altro reparto (Dumfries). Il tempo stringe, perché i giocatori in scadenza possono firmare pre accordi da depositare poi da febbraio e di fatto è partita la caccia dei club esteri a Skriniar. C’è ovviamente il Psg che lo aveva stuzzicato già in estate con un contratto da 9 milioni, ma l’Inter non ha voluto cedere il cartellino a 50 milioni e alla fine ci si è trascinati qui, con una proposta vista non di buon occhio da Skriniar e il rischio di un sanguinoso parametro zero. Su Skriniar anche club di Premier League ma in caso di separazione dall’Inter c’è ancora il Psg in pole position. Per ora, dunque, non ci sono risposte da parte dell’entourage del difensore che probabilmente vorrebbe circa un milione in più rispetto all’offerta, cioè 6.5 di parte fissa e un milione di bonus. Difficile venirsi incontro. Leggi anche - Napoli, Spalletti si affida alla sua spina dorsale