Beppe Marotta, ad dell'Inter, ha già un accordo con Antonio Conte
Beppe Marotta, ad dell'Inter, ha già un accordo con Antonio Conte

Milano, 21 maggio 2019 – Settimana di passione in casa nerazzurra, nell’ultimo weekend di campionato l’Inter si gioca l’accesso alla Champions League contro l’Empoli, e al momento l’unica buona notizia è che la squadra di Spalletti ha il destino nelle proprie mani. Una vittoria vorrebbe dire almeno quarto posto, e con esso 50 milioni garantiti.

FAIR PLAY – Di sicuro, la proprietà di Suning guarda con estrema attenzione all’appuntamento con l’Empoli, non solo per salvare la stagione sportiva ma anche e soprattutto per valutare il futuro in base ai nuovi introiti europei. Di per sé, qualificarsi porterebbe nelle casse dell’Inter 50 milioni di euro, più tutti quelli che ne deriverebbero dai risultati che i nerazzurri dovessero conseguire nella competizione. Insomma, ballano molti soldi, introiti che il presidente Zhang potrebbe poi mettere a disposizione per rafforzare la rosa e ingaggiare Antonio Conte. Non dimentichiamoci che salutare anticipatamente Spalletti, con buonuscita, e portare l’ex commissario tecnico a Milano, farebbe uscire dalle casse nerazzurre circa 40 milioni di euro. Oltre a tutto questo andranno conteggiate le risorse per rendere l’Inter una squadra capace di inserirsi nella lotta Scudetto, il che significa allestire una rosa competitiva su misura per il nuovo tecnico. Da un lato la fine del 'settlement agreement', basta saldo zero tra cessioni e acquisti e nessun limite sugli ammortamenti, darà margine di manovra al club, ma dall’altro serviranno comunque plusvalenze per finanziare il mercato oltre agli investimenti della proprietà: i 50 milioni dalla Champions servono eccome.

CONTE - In tutto questo si inserisce il possibile innesto di Antonio Conte. Da Milano si è sicuri del fatto che, indipendentemente dalla qualificazione in Champions, l’ex commissario tecnico arriverà. Ci sono i rumors sulla Juve e il rischio di mancare i primi quattro posti, ma Marotta è forte di un accordo già ottenuto con Conte e delle prime strategie di mercato imbastite di comune accordo. Il problema per l’Inter è che quei 50 milioni potrebbero indirizzare il prossimo mercato, senza i ricavi da Champions la campagna acquisti potrebbe essere più morigerata e qualche acquisto importante saltare. Ecco perché la partita contro l’Empoli è importantissima: non si tratta di salvare solo la stagione sportiva, ma di non influenzare il futuro tecnico del club. Sono 90 minuti, ma valgono molto di più.