Luciano Spalletti
Luciano Spalletti

Milano, 20 maggio 2019 – La sconfitta di ieri sera al San Paolo riporta l’Inter nel panico di una mancata qualificazione Champions. I nerazzurri al momento sono quarti, a pari punti con l’Atalanta - ma con lo scontro diretto a sfavore -, con una lunghezza di vantaggio sul Milan e tre sulla Roma. In teoria tutto è possibile, anche un arrivo a quattro con classifica avulsa, ma se gli uomini di Spalletti battessero l’Empoli sarebbero matematicamente in Champions.

GLI SCENARI – Banalmente, avendo l’Inter un punto di vantaggio sul Milan, una vittoria dei nerazzurri con l’Empoli darebbe la qualificazione in Champions con la quarta posizione, se l’Atalanta dovesse sconfiggere in casa il Sassuolo. Di conseguenza, per Spalletti e compagnia è sufficiente una vittoria. Ma in caso non accadesse? Semplice, bisognerà guardare in casa altrui. Per prima cosa, l’Inter, facendo lo stesso risultato del Milan, sarebbe in Champions, ma anche qualora perdesse - e i rossoneri pareggiassero con la Spal per un arrivo appaiati a quota 66 - varrebbe lo scontro diretto e l’Inter ha a favore due vittorie nei derby stagionali. Ma ci sono possibilità che più di due squadre chiudano con lo stesso punteggio e quindi arrivare in classifica avulsa. Vediamo il dettaglio. Se Atalanta e Inter perdessero, il Milan pareggiasse e la Roma vincesse, ci sarebbe un arrivo a 66 di tutte e quattro le squadre. La classifica avulsa tiene conto nell’ordine di: punti negli scontri diretti, differenza reti negli scontri diretti e differenza reti generale. Verrebbe premiata l’Inter con 9 punti in classifica avulsa contro gli 8 del Milan, i 7 dell’Atalanta e i 5 della Roma. L’altra ipotesi è invece un arrivo a pari punti di Atalanta, Inter e Milan, anche in questo caso i nerazzurri sono avanti per punti in classifica avulsa e quindi in Champions. L’ultima ipotesi è una classifica avulsa tra Inter, Milan e Roma con l’Atalanta terza. Anche in questa situazione l’Inter si prenderebbe la Champions con 8 punti contro i 4 del Milan e i 3 della Roma. Di fatto, in un arrivo in classifica avulsa le due vittorie nel derby risulterebbero decisive. Ma di calcoli Spalletti non vuole farne, in primo luogo perché l’Atalanta affronta in casa un Sassuolo già salvo e perché il Milan va a Ferrara contro una Spal tranquilla. Il rischio che bergamaschi e rossoneri chiudano rispettivamente a 69 e 68 c’è tutto, per questo all’Inter servirà quasi certamente una vittoria contro l’Empoli.