Inter, Zhang smentisce le voci di vendita ma il mondo finanziario si muove

Il Financial Times ha rilanciato le indiscrezioni sulla cessione dell’Inter da parte della famiglia Zhang: prime smentite ma ci sono già i primi candidati

Steven Zhang
Steven Zhang

Milano, 18 ottobre 2022 - Inter in vendita? Per il mondo finanziario sì, per la famiglia Zhang no. Le indiscrezioni del Financial Times riaprono la pista verso una cessione dell’Inter da parte di Suning, con un mandato già recapitato a due banche di affari, ma nelle ultime ore il presidente nerazzurro ha fatto trapelare le prime smentite. Saranno veritiere, ma nel mondo finanziario qualcosa si sta muovendo.

Primi approcci da Stati Uniti e Gran Bretagna

Il Financial Times è stato chiaro: Inter in vendita. Goldman Sachs e Raine Group sarebbero alla ricerca di un compratore, ma i costi fissati da Suning sono elevati e corrispondono a quelli del Milan: 1.2 miliardi. Il mondo finanziario si sta muovendo e da Stati Uniti e Gran Bretagna ci sarebbero soggetti interessati, anche se per ora le identità degli investitori non sono note. Dalla Pinetina trapelano però le prime smentite. Il presidente Zhang non avrebbe gradito l’articolo del Financial Times e Suning sarebbe semplicemente alla ricerca di un socio di minoranza. Smentita vera o pretattica? Una prima risposta si avrà a fine ottobre con l’Assemblea dei Soci ma in generale tutto dipenderà dalle eventuali offerte che saranno recapitate sulla scrivania del numero uno nerazzurro. A fronte di una proposta da oltre un miliardo di euro Suning vacillerebbe, imbrigliata dalle leggi cinesi e da una situazione economico-finanziaria non solidissima visti i creditori che reclamano alle porte del presidente. Più che dalle volontà della proprietà, la futura cessione o meno del club dipenderà dalle offerte. Sicuramente, forze fresche gioverebbero ai cinesi - chiamiamoli eventuali soci di minoranza - ma dall’altro lato i rumors su una cessione si fanno sempre più insistenti e il mondo finanziario si muove alla ricerca di investitori. E se arrivassero con soldi veri e con una proposta convincente Zhang non potrebbe fare altro che pensarci. Senza dimenticare che, in piena crisi, la Curva Nord nerazzurra si era espressa duramente nei confronti della proprietà con un eloquente striscione recitante ‘Zhang vattene’. Leggi anche - Pallone d'Oro, vince Benzema: la classifica