Giovedì 16 Maggio 2024
GABRIELE SINI
Calcio

Francia, bivio Deschamps per il futuro. Le Graet: "Troveremo un accordo"

Il commissario tecnico della nazionale francese deciderà in questi giorni se proseguire sulla panchina dei Blues. Il presidente della FFF: "Credo che resterà"

Didier Deschamps (Ansa)

Didier Deschamps (Ansa)

Parigi, 22 dicembre 2022 - Didier Deschamps deciderà il proprio futuro la prossima settimana. Il commissario tecnico della Francia, reduce dalla scottante sconfitta nella finale dei Mondiali del Qatar, incontrerà tra circa sette giorni a Guingamp il presidente della Federcalcio Noel Le Graet. Deschamps non avrà ancora digerito il k.o accusato contro l'Argentina, la quale si è imposta ai calci di rigore in uno degli ultimi atti più pazzi di sempre nella storia della Coppa del Mondo. Il desiderio di puntare agli Europei del 2024 e, probabilmente, anche al Mondiale del 2026, accarezza però la mente dell'allenatore francese, che è conscio di poter avere tra le mani una squadra di grande qualità anche nel prossimo futuro.

Le Graet: "Credo che troveremo un accordo"

Il presidente della FFF, Noel Le Graet, ha parlato al quotidiano Ouest France di quelli che saranno i prossimi passi della trattativa con Deschamps: "Penso che risolveremo la questione a Guingamp, entro la fine dell'anno. Se Didier non vorrà restare al comando della nazionale, si tratterà di un incontro molto breve; in caso contrario, apriremo una conversazione un po' più lunga. Non penso che lascerà il suo ruolo di commissario tecnico: ha lavorato bene, ha la nostra priorità sulla scelta e credo che troveremo un accordo". Secondo L'Equipe, Deschamps punterà ad un rinnovo fino al 2026, così da poter guidare la Francia anche nei prossimi Mondiali che si disputeranno in America. Restano in piedi, però, le voci che vorrebbero Zinedine Zidane pronto ad insediarsi sulla panchina dei Blues, nel caso in cui l'attuale selezionatore decidesse a sorpresa di lasciare il proprio incarico per tentare una nuova avventura. Leggi anche: Salt Bae e i selfie vietati con la Coppa del Mondo