Lo stadio Meazza di Milano (Ansa)
Lo stadio Meazza di Milano (Ansa)

Genova, 16 ottobre 2020 - L'ombra del Coronavirus continua a minacciare la Serie A. Gli ultimi tre casi di positività riguardano la Sampdoria, che ha reso noto dove il risultato dei tamponi ai quali stato sottoposto il 'Gruppo Squadra', tre sono asintomatici: un calciatore della Primavera aggregato temporaneamente e due dipendenti. La società ligure sta applicando tutte le procedure indicate dal protocollo in avvicinamento alla gara Sampdoria-Lazio di domani". Positivo al Covid-19 anche Louis Munteanu, Primavera della Fiorentina appena rientrato dagli impegni con la nazionale rumena Under 21. Il calciatore è asintomatico ed è stato posto immediatamente in isolamento.

E anche alla vigilia del derby di Milano purtroppo si parla di Coronavirus, il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, si trova con sei calciatori nerazzurri al momento positivi (in isolamento): Alessandro Bastoni, Milan Skriniar, Radja Nainggolan, Roberto Gagliardini, Ionut Radu e Ashley Young. "Abbiamo passato tutti un periodo molto difficile a causa del Covid-19. Poi mi è sembrato che ci siamo un dimenticati del problema. Ora il periodo complicato sta tornando. Dobbiamo agire tutti insieme, soprattutto nel nostro sport. Dobbiamo unirci e cercare di fare il massimo, ognuno nel proprio ambito, senza perdere tempo in polemiche sul numero dei giocatori positivi o su altro".

Il Covid ha graziato solamente tre le squadre della Serie A: Bologna, Crotone e Udinese. Anche se va ricordato che i rossoblù felsinei in estate hanno fatto i conti con il caso dell'allenatore Sinisa Mihajlovic, già guarito. 

A oggi sono 31 i calciatori (e 11 le squadre) infettati dal virus. Casi sono stati registrati anche nel Benevento (3), Parma (4) e Torino (3), ma le rispettive società mantengono il riserbo sui nomi dei tesserati positivi. La più colpita in tutta la pandemia è stata il Genoa con 17 casi, di cui nove sono ancora oggi in isolamento e quindi indisponibili: Domenico Criscito, Mattia Destro, Francesco Cassata, Petar Brlek, Darian Males, Luca Pellegrini, Davide Zappacosta, Lukas Lerager e Marko Pjaca. Ieri è guarito Miha Zajc. Ma per la sfida con l'Hellas Verona lunedì sera serviranno alcuni giocatori della Primavera. 

L'Atalanta, che a Bergamo si è trovata in una delle aree più colpita dalla prima ondata di coronavirus, ha registrato quattro casi, con il solo Marco Carnesecchi ancora indisponibile. 

La Samp, a parte i tre di oggi, ha registrato otto positivi, tutti guariti. Fiorentina e Inter ne contano sei a testa. 

La Juventus ha cinque tesserati positivi, di cui due giocatori in isolamento, Cristiano Ronaldo, infettatosi durante l'impegno con la nazionale portoghese (caso che ha scatenato una polemica tra il ministro Spadafora e la società bianconera) e Weston McKennie. Lo stesso CR7, tirato in ballo dal ministro, ha voluto rispondere: "Sono in quarantena e voglio chiarire che non ho violato alcun protocollo. Abbiamo fatto tutto secondo le regole, sia io che la mia squadra, con tutte le autorizzazioni del caso. A un signore dall'Italia che dice che non ho rispettato il protocollo voglio dire che l'ho rispettato e sempre lo rispetterò". E Spadafora ha controreplicato: "Non sia arrogante".

Nel Milan in cinque non hanno passato il tampone, anche la stella Zlatan Ibrahimovic (ora guarito e disponibile), Leo Duarte e Matteo Gabbia (positivo al raduno della Nazionale under 21) ancora in isolamento. 

La Roma ha in isolamanto il solo Amadou Diawara, ma ha registrato in totale 5 casi. Mentre il Napoli tre positivi: Piotr Zielinski ed Eljif Elmas ancora in quarantena. Tutti guariti i quattro casi nel Cagliari. A Verona due giocatori attualmente in quarantena: Antonin Barak e Koray Gunter. Nel Sassuolo tre i casi con il solo Jeremy Toljan ancora in isolamento. La Lazio aveva Vedat Muriqi, guarito. Lo Spezia: Riccardo Marchizza in isolamento.