Cagliari-Spezia, il rigore trasformato da Nzola che ha fissato il 2-2 (Ansa)
Cagliari-Spezia, il rigore trasformato da Nzola che ha fissato il 2-2 (Ansa)

Cagliari, 29 novembre 2020 - Il Cagliari ospita alla Sardegna Arena lo Spezia, sorpresa di questo inizio di stagione, in una sfida valida per la nona giornata di Serie A. Gyasi apre le marcature al 36', ma nella ripresa i sardi si risvegliano e ribaltano il risultato. Prima Joao Pedro pareggia al 52', poi Pavoletti completa la rimonta con un gol di tacco al 58'. Nzola pareggia su rigore all'ultimo secondo, fissando il risultato finale sul 2-2.

Primo tempo 

Di Francesco schiera un 4-2-3-1 a trazione anteriore con Ounas, Sottil e Joao Pedro dietro a Pavoletti. Italiano risponde col solito 4-3-3 e Farias, Nzola e Gyasi in attacco. Lo Spezia attacca con decisione e inizia bene il match. Farias al 6' gira a lato di testa su un buon cross di Gyasi e al quarto d'ora calcia ancora fuori di poco con il destro. I liguri continuano ad esercitare una buona pressione offensivae al 22' vanno al tiro due volte con Estevez e Maggiore, ma entrambi non centrano lo specchio della porta. Gyasi sblocca il risultato al minuto 36. Bastoni parte in slalom palla al piede, spezza in due la difesa del Cagliari e regala un assist preciso sul secondo palo al compagno ghanese, che effettua il tap-in a porta spalancata. I sardi cercano una reazione immediata con Ounas, ma il suo mancino si spegne innocuo sul fondo. La prima verra occasione dal gol per i rossoblù arriva all'ultimo secondo dei minuti di recupero: Walukiewicz colpisce di testa su un cross da calcio di punizione, Provedel si allunga e salva in angolo.

Secondo tempo 

Joao Pedro rimette in carreggiata la partita del Cagliari al 52'. Il brasiliano approfitta di un cross smorzato da Ricci, calcia forte in diagonale dal centro-destra dell'area e sorprende il portiere avversario. I sardi ribaltano la situazione al 58'. Zappa arriva sul fondo, mette un rasoterra in mezzo sul quale arriva puntuale Pavoletti sul primo palo. La prima punta rossoblù si inventa un colpo di tacco fantastico che batte l'estremo difensore: 2-1 a mezz'ora dal termine. La gara rimane incandescente. Al 69' Ounas fallisce in estirada un tap-in a porta vuota, mentre due minuti dopo Chabot va vicino al pareggio con un'incornata su corner che finisce alta. Il Cagliari agisce di rimessa e si rende molto pericoloso, con i liguri che tentano il tutto per tutto sbilanciandosi notevolmente in avanti. Al 77' Sottil fallisce una chance a tu per tu con Provedel, che gli dice no con il gambone. Joao Pedro cerca l'incrocio su punizione dal limite, ma sfiora soltanto la traversa. Cragno salva i suoi su un tiro ravvicinato di Piccoli all'87'. In pieno recupero Klavan commette un'ingenuità e stende Piccoli in area; l'arbitro concede senza esitazioni il rigore, realizzato con freddezza da Nzola. La gara si chiude sul 2-2.

Leggi anche: Formula 1, l'auto di Grosjean si spezza e va a fuoco