Romain Grosjean (foto Twitter Haas)
Romain Grosjean (foto Twitter Haas)

Sakhir (Bahrain), 29 novembre 2020 - L'inizio del Gp del Bahrain di F1 - terz'ultima prova del Mondiale - è da brividi: solo per miracolo il pilota della Haas, Roman Grosjean si è salvato da un incidente terrificante subito al primo giro. In uscita dalla terza curva, l'Haas di Grosjean si tocca con l'Alpha Tauri di Dani Kvyat. La macchina del pilota francese, in piena accelerazione, va dritta sulle barriere, si spezza e s'incendia con una palla di fuoco. La corsa si è conclusa con la vittoria di Lewis Hamilton. "Sono state immagini scioccanti da vedere quelle di Grosjean - ha detto Hamilton -. Sono contento che l'Halo abbia funzionato; è un promemoria per chi guarda questo sport pericoloso ed è per questo che siamo in pochi a poter spingere fino al limite".

In serata sono arrivate le parole di Grosjean dall'ospedale. Nessuna frattura per il pilota svizzero in un video pubblicato su Instagram: "Sto bene, ringrazio chi mi ha aiutato sia in pista che adesso in ospedale. Mi sono arrivati tantissimi messaggi, ma non potrò rispondervi. Ero contrario all'halo qualche anno fa, ma credo che sia la cosa migliore che è stata introdotta in Formula 1. Senza halo non sarei qui a parlarvi", ha concluso Grosjean.

Formula 1 Gp Bahrain, le pagelle - di Leo Turrini

false

Il terribile incidente

Per fortuna Grosjean è riuscito a uscire da quello che restava della vettura in fiamme grazie alla capsula di salvataggio e all'Halo (la barra curva posta a protezione della testa). Grosjean con le sue gambe, sia pur aiutato dai soccorritori, è salito sull'ambulanza. Un incidente spaventoso come da tempo non se ne vedevano in Formula 1, col ritorno del fuoco. 

E' andata benissimo: un autentico miracolo. Ed è emblematico in questo senso l'applauso dei suoi colleghi piloti nel vedere Grosjean uscire dalla sua vettura con le sue gambe. Come emblematiche sono le parole a caldo di Lewis Hamilton: "Sono così grato che Romain stia bene. Wow… Il rischio che corriamo non è uno scherzo, per chi di voi dimentica che mettiamo in gioco la nostra vita per questo sport e per ciò che amiamo fare".

La gara è stata interrotta immediamente con la bandiera rossa. E alla ripartenza altro incidente: la Racing Point di Lance Stroll si ribalda dopo essere stato toccato dall'Alpha Tauri ancora di Kvjat che era entrato anche nell'incidente della Haas. Il pilota comunque sta bene, come confessa lui stesso alla radio con il team.

Grosjean: le condizioni

Grosjean è stato trasportato in ospedale. Il pilota francese ha riportato bruciatrure sulle mani e sulle caviglie. "Romain Grosjean è andato in ospedale adesso per i controlli, ha qualche problema osseo (Sky parla di possibili fratture alle costole, ndr) ma è cosciente. Non ho parlato con lui direttamente, ma sta bene". Così Gunther Steiner, team principal della Haas. "Quando vedi un episodio come questo non c'è nulla da dire, abbiamo solo sperato avesse avuto fortuna. Non pensi a come sia successo o perché, abbiamo visto soltanto che è saltato fuori dalla macchina e vogliamo ringraziare il medico della FIA e i marshall che si sono messi in mezzo al fuoco".

In serata la Haas ha diffuso una nota sulle condizioni del pilota svizzero: "A seguito della valutazione effettuata dai medici del Defence Force Hospital del Bahrain - si legge in una nota della casa automobilistica - Romain Grosjean dovrà rimanere in ospedale durante la notte per essere trattato per le ustioni subite sul dorso di entrambe le mani. Tutte le radiografie effettuate non hanno riscontrato nessuna frattura".

 

F1, Grosjean dopo l'incidente (Twitter)

La gara: vince Hamilton

Vittoria per Lewis Hamilton: per il già campione del mondo si tratta della novantacinquesima vittoria in carriera. Il pilota della Mercedes, al termine di una lunghissima gara, conclusa con la safety car in pista, ha preceduto Verstappen e Albon. Quarto posto per la McLaren di Norris, capace di piazzarsi davanti a Sainz e all'Alpha Tauri di Gasly. A chiudere la top ten, poi, le due Renault di Ricciardo ed Ocon, separate dalla Mercedes di Valtteri Bottas, e al 10° posto la prima delle Ferrari guidata da Leclerc. Solo 13°, invece, Vettel.

Le classifiche: piloti - costruttori

Polemiche in casa Ferrari

Sebastian Vettel non le manda a dire al compagno di squadra Charles Leclerc sulla manovra con la quale il monegasco lo ha passato alla ripartenza della gara. "Nella prima partenza aveva l'esterno e io non avevo spazio, ma la secondaè stata anche peggio - ha detto Vettel - perché era una manovra non necessaria. Non c'era spazio, io sono stato attento a non creare un incidente tra di noi. Quell'episodio mi ha fatto perdere molto tempo". Pronta la risposta di Leclerc: "Non ho visto se sono stato troppo aggressivo, ho visto uno spazio in curva 1 e sono andato lì. Poi ho fatto la mia curva e basta; adesso riguarderò le immagini ma dal mio punto di vista non ho fatto nulla di speciale".

Rivivi la diretta