Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)

Milano, 30 aprile 2021 - I passi falsi con Sassuolo e Lazio hanno rallentato la marcia del Milan che, dopo un girone d’andata da record, è via via scivolato al quinto posto mettendo a repentaglio il possibile ritorno in Champions, ma mister Stefano Pioli cerca di non far drammi e ripone grande fiducia nella sua squadra che ha voglia di ricominciare a correre già domani: “Abbiamo fatto un grandissimo girone d’andata - ha spiegato il tecnico rossonero - mentre ora stiamo facendo meno bene. Dobbiamo cercare più compattezza e determinazione. Subiamo qualche gol di troppo e davanti non concretizziamo al massimo ciò che creiamo. La squadra ha sempre avuto lo spirito giusto. Queste sfide possono far crescere un gruppo giovane come il nostro. Abbiamo passato momenti fantastici e adesso dobbiamo dimostrare di saper attraversare anche quelli meno positivi. Ho visto una squadra determinata in settimana ma tutto va dimostrato domani in campo. Contro il Benevento non dobbiamo pensare alla classifica ma soltanto a portare a casa la vittoria. Dobbiamo solo pensare a dare il massimo e andare oltre ai nostri limiti”. Importante anche il sostegno della società, che non è mai mancato: “Non è mai mancato il sostegno del club. Sono persone che conoscono il calcio e sanno che in queste stagioni si attraversano anche momenti delicati. La vicinanza della società ci aiuta ed è importante”.

L’energia, il futuro e il ritorno di Ibra

La chiave per uscire dal momento delicato potrebbe essere l’energia: “E’ la parola chiave di questo nostro momento. Dovremo avere grande energia dentro. Sapevamo che la stagione sarebbe stata complicata ma siamo qui a giocare per il nostro obbiettivo e dobbiamo metterci tanta energia. Le ultime sconfitte ci hanno fatto male ma dobbiamo continuare a credere in noi e nelle nostre qualità”. Le voci su un futuro in bilico in caso di mancata Champions non preoccupano il tecnico emiliano: “Come detto il club e la società mi hanno sempre garantito sostegno. Ora dobbiamo soltanto pensare alle prossime partite e poi faremo tutte le valutazioni. Vado avanti per la mia strada perché sono convinto di ciò che sto facendo”.

Anche le trattative delicate per i rinnovi di alcuni giocatori, secondo Pioli, non condizionano il rendimento della squadra: “Il gruppo è attento e ha voglia di fare bene. Contro la Lazio siamo mancati nella ripresa. In questa fase ci può stare essere tesi, ma tutti siamo concentrati. Nessuno pensa al futuro. Il nostro futuro è domani”. Domani, intanto, dovrebbe tornare titolare Zlatan Ibrahimovic: “Siamo contenti che sia tornato a disposizione perché tutti sappiamo quanto sia importante dal punto di vista tecnico e motivazionale”. Pioli non ha infine escluso, magari anche in futuro, un tandem composto dallo svedese e Mandzukic: “In attacco abbiamo molte opportunità di scelta. Dipenderà molto anche dalle necessità tattiche. In ogni gara cerchiamo sempre la migliore strategia. Domani sarà una gara complicata e servirà essere squadra dall’inizio alla fine.”