Atalanta-Lazio, il gol del 3-2 firmato da Miranchuk (Ansa)
Atalanta-Lazio, il gol del 3-2 firmato da Miranchuk (Ansa)

Bergamo, 27 gennaio 2021 -  L’Atalanta è in semifinale di Coppa Italia. I bergamaschi vincono un match senza fine contro la Lazio. La sblocca Dijmsiti, Muriqi e Acerbi la ribaltano, ma poi Malinovskyi e Miranchuk riportano sopra i padroni di casa, fissando il risultato sul 3-2, nonostante l’inferiorità numerica per espulsione di Palomino in avvio di ripresa.

Coppa Italia 2021: c'è Napoli-Spezia

Primo tempo

Prima frazione piena di emozioni a Bergamo dove fra Atalanta e Lazio è sfida vera dal primo minuto fino al duplice fischio. Dopo soli sette minuti sono i padroni di casa a passare in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner, Palomino raccoglie un pallone sporco in area e lo indirizza verso la porta. Reina respinge ma sui piedi di Dijmsiti che da due passi appoggia dentro. La Lazio reagisce dopo pochi minuti, alzando il baricentro e imponendo il suo gioco. Al 17esimo Acerbi con un cross morbido pesca in area Muriqi, che stacca con i tempi giusti e pesca l’angolino pareggiando i conti. Al 34esimo arriva addirittura la rimonta. Acerbi recupera palla sulla trequarti, poi in solitaria punta l’area di rigore. Il difensore resiste a Malinovsky, poi si fa beffa con una finta di Romero e Palomino e deposita il pallone alle spalle di Gollini. L’Atalanta dopo alcuni minuti sotto pressione, rialza la testa ferita dalle offensive della Lazio. Al 37esimo Muriel sfugge a Hoedt sulla destra, poi mette al centro per Malinovskyi. Per il trequartista atalantino è un gioco da ragazzi depositare in rete per il pareggio che chiude la frazione sul 2-2.

Secondo tempo

Non è da meno la seconda frazione di gioco. Al 53esimo la gara sembra mettersi sui binari giusti per la Lazio, complice l’espulsione diretta per Palomino, che da ultimo uomo ferma Lazzari involato verso la porta. Il vantaggio numerico in campo però, non si traduce in una maggiore pressione dei biancocelesti, che al contrario concedono campo all’Atalanta. I bergamaschi trovano addirittura il vantaggio: errore di Hoedt in impostazione, l’olandese si fa rubare palla da Romero che riparte e mette al centro dell’area per Miranchuk un pallone facile facile che il russo deposita alle spalle di Reina. Al 65esimo Hoedt è ancora protagonista in negativo. L’ex Southampton interviene in maniera scomposta in area e atterra Zapata. Pairetto non ha dubbi e indica il dischetto. È l’occasione per chiudere la sfida, ma l’attaccante colombiano si fa neutralizzare la conclusione da Reina. Inzaghi decide che è il momento di tentare le carte Correa e Immobile dalla panchina, tenendo in campo anche Muriqi. Squadra super-offensiva e Lazio costantemente nell’area di rigore atalantina. All’89esimo è Acerbi a sfiorare la rete del 3-3 sugli sviluppi di un calcio di punizione, Gollini toglie però il pallone dall’incrocio con un intervento plastico. È l’ultimo squillo di un match combattuto fino all’ultimo e ricco di emozioni.

Leggi anche - Coppa Italia, l'Inter batte 2-1 il Milan

 

Il tabellino

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Djimsiti, Romero, Palomino; Maehle (43' st Caldara), Freuler, Pessina, Gosens; Malinovskyi (14' st Zapata), Miranchuk (14'st De Roon); Muriel (18' st Toloi). A disp.: Rossi, Sportiello, Sutalo, Lammers, Ruggeri, Scalvini, Gyabuaa, Ilicic. Allenatore: Gasperini.

Lazio (3-5-2): Reina; Patric (1' st Parolo), Hoedt (26' st Immobile), Acerbi; Marusic, Milinkovic-Savic, Escalante (17' st Correa), Akpa Akpro, Fares (1' st Lazzari); A. Pereira (36' st Lulic), Muriqi. A disp.: Alia, G. Pereira, Armini, Radu, Cataldi, Czyz, Vavro. Allenatore: Inzaghi.

Arbitro: Pairetto di Nichelino.

Reti: 7' pt Djimsiti, 17' pt Muriqi, 34' pt Acerbi, 37' pt Malinovskyi, 12' st Miranchuk.

Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Romero, Malinovskyi, Patric, Fares, Escalante. Espulso Palomino al 9' st per fallo da ultimo uomo. Zapata si fa parare un rigore da Reina al 22' st. Angoli: 7-3. Recupero: 1', 4'.