Lukas Hofer chiude quarto a Oberhof
Lukas Hofer chiude quarto a Oberhof

Oberhof (Germania), 8 gennaio 2020 - Ancora una volta il biathlon maschile è un affare di famiglia Boe: altra doppietta per i fratelli norvegesi in una giornata per certi versi storica. Principalmente perché si tratta della vittoria numero 50 di Johannes Boe in carriera, un numero che sembrava maledetto dopo sette gare consecutive senza successi; poi perché al fuoriclasse norvegese non era ancora capitato di vincere una sprint a Oberhof, fatto abbastanza strano visto che è considerato un tempio dove tutti i grandi campioni vincono.

La gara

Ancora una volta lo show è stato un campionato norvegese. I fratelli Boe a sfidarsi per la vittoria. Johannes chiude con un errore ma con tempi sugli sci finalmente ai suoi livelli da fenomeno fuori categoria, Tarjei più preciso al poligono ma senza quel passo necessario per poter battere il suo fratello minore nonostante il giro di penalità in meno. Per i primi due posti non c'è stata realmente storia, ma per il podio la battaglia è stata divertente e ha anche coinvolto il nostro Lukas Hofer: l'altoatesino ha chiuso con un errore nella sessione in piedi e il podio gli è sfuggito solamente solo per lo zero di Laegreid che se avesse commesso un errore sarebbe finito ampiamente allo spalle dell'azzurro. Da segnalare anche il fatto che a parità di errori Hofer sia arrivato davanti all'altro big norvegese, Johannes Dale, una gara ottima che meritava il premio del podio ma che comunque dà fiducia in vista dell'inseguimento.

Gli altri italiani

Dominik Windisch (30esimo) e Thomas Bormolini (26esimo) hanno commesso due errori a testa ma si sono qualificati per la gara a inseguimento, così come Bionaz che con un errore ha chiuso a 2.26 da Boe, e Giacomel che commette tre errori ma lascia ottime sensazioni visto che era il suo debutto stagionale in Coppa del Mondo.

Leggi anche: il risultato della gara femminile