Mercoledì 29 Maggio 2024
MATTEO AIROLDI
Basket

Serie A Basket, impresa Scafati in casa Virtus. Milano aggancia, Treviso affonda

I risultati del decimo turno di campionato

Virtus-Scafati (Fotoschicchi)

Virtus-Scafati (Fotoschicchi)

Bologna, 11 dicembre 2022 – La decima giornata del campionato di Serie A di basket, cominciata ieri con tre anticipi, ha regalato oggi un vero e proprio colpo di scena: la capolista Virtus Segafredo Bologna, reduce dal pesante -46 in casa dell’Olympiacos in Eurolega, ha rimediato infatti il primo ko in perdendo, all'esordio alla Segafredo Arena, 84-77 con Scafati. Fatale ai bianconeri, orfani di Pajola e Ojeleye, è stato il tramortente parziale di 20 incassato nel secondo quarto e ispirato da Stan Okoye (18 punti). Sotto di 11 lunghezze all’intervallo lungo, la Virtus ha poi provato a risalire la corrente grazie a Nico Mannion (17 punti), ma Scafati ha tenuto dritta la barra del timone – anche grazie alle ottime prove di Pinkins (16 punti) e Logan (17 punti) – e non si è più fatta agganciare. Bologna viene quindi agganciata in vetta alla classifica dall’Armani AX Milano che ha rialzato la testa dopo l’ennesimo ko in coppa e ha battuto Reggio Emilia con un netto 81-63: quattro i biancorossi in doppia cifra, guidati da un Timothé Luwawu-Cabarrot da 13 punti e da un Brandon Davies molto solido in area: il successo di Milano, avanti già di 10 lunghezze, non è mai parso in discussione anche perché Reggio, che oggi è stata guidata per la prima volta da Dragan Sakota, ha pagato le rotazioni all’osso nel reparto dei playmaker (out anche Cinciarini).

Gli altri risultati

A Pesaro, la Carpegna Prosciutto padrona di casa ha inflitto il secondo ko di fila alla Openjobmetis Varese, battuta 101-93 al termine di un match decisamente emozionante. I marchigiani sono infatti volati fino al +18 nel terzo quarto (64-46), ma poi, prima di spiccare definitivamente il volo, hanno subito la rimonta dei lombardi, spintisi addirittura a -3. Sugli scudi nelle file pesaresi davide Moretti e Kwam Cheatam con 22 punti a testa. Pesante anche il succresso della Tezenis Verona che nel derby veneto ha piegato all’ultimo respiro la Nutribullet Treviso 79-77: il match è rimasto sui binari dell’equilibrio fino agli ultimi secondi, quando, Casarin e Cappelletti hanno propiziato il colpo di reni vincente dei gialloblu. Infine, nel posticipo serale, l’Happy Casa Brindisi di Nick Perkins (24 punti e 5 rimbalzi) ha sbancato Trieste 83-66 prendendo in mano l’inerzia del match già nel secondo quarto.